martedì 28 Giugno 2022

Latina, licenziate senza preavviso 11 operatrici del servizio pasti all’ospedale Goretti

Arrivare sul posto di lavoro e sentirsi dire “domani potete anche non venire”.

Una lettera di licenziamento, senza alcun preavviso, che viene consegnata a mano e che ti crolla addosso come una doccia fredda.

I cartellini che scompaiono. Nuovi lavoratori al proprio posto.

Questo è quanto accaduto ieri ad 11 operatrici, su 25 totali, che all’interno dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina si occupano della distribuzione dei pasti per conto della cooperativa Vivenda che gestisce il servizio.

Alcune delle donne a cui è stata recapitata la lettera di licenziamento, probabilmente per lo stress causato dall’improvvisa notizia, si sono sentite male.

La tensione si tagliava con il coltello.

E’ stato richiesto anche l’intervento della polizia.

Al fianco delle lavoratrici Enrico Della Pietà, segretario provinciale del sindacato Confial, che da tempo segue il caso e che ora denuncia questi licenziamenti come “inaccettabili e vergognosi”.

“Scriveremo come sindacato alla Asl e alla regione Lazio, coinvolgeremo la commissione regionale sanità – spiega Della Pietà – per denunciare quanto accaduto. Questa non è altro che la conseguenza di appalti al ribasso di cui le uniche vittime sono i lavoratrori. E’ arrivato il momento di mettere un punto a tutto questo. Con questo provvedimento, in barba a qualsiasi interlocuzione e confronto, è stato negato il futuro ad undici donne, mamme, e alle loro famiglie”.

Le ragioni?

A quanto si apprende dal sindacato, sarebbero legate, alla decisione delle lavoratrici, dopo mesi in cui svolgevano funzioni che da contratto non erano previste, come il trasporto di carrelli, molto pesanti, contenenti i pasti da sporzionare senza alcun presidio di sicurezza, di attenersi al proprio mansionario .

“Le operatrici hanno comunicato questa decisione – conclude Della Pietà – del tutto legittima e abbiamo chiesto un incontro all’azienda per discuterne. Ma ad oggi da Vivenda non abbiamo ottenuto alcuna risposta. Non ci fermeremo. Quanto accaduto è anti sindacale e scorretto”.

Alessia Tomasini
Nata a Latina è laureata in Scienze politiche e marketing internazionale. Ha collaborato con Il Tempo e L'Opinione ed è stata caporedattore de Il territorio e tele Etere per la politica e l'economia. L'esperienza nell'ambito politico l'ha vista collaborare con pubbliche amministrazioni, non ultima quella con la regione Lazio, come portavoce e ufficio stampa.

CORRELATI

spot_img
spot_img