E’ terminata oggi la raccolta firme per la petizione destinata a chiedere chiarezza ed una presa di posizione chiara al sindaco Coletta e all’amministrazione sulla questione del rinnovo delle concessioni cimiteriali.

Intanto continuano le segnalazioni dei cittadini in merito all’attivazione, da parte del Gestore dei servizi cimiteriali Ipogeo srl, della procedura prevista dal regolamento.

Tradotto: la Ipogeo sostiene che in caso di mancata sottoscrizione del rinnovo della concessione, o di mancata risposta ai loro inviti a presentarsi, compresi i famigerati post-it gialli, ritengono gli eredi “disinteressati” alla tomba e quindi richiedono al Comune l’autorizzazione a estumulare.

“Immediata – spiegano Laura Ardia di Federconsumatori Latina e Massimo Cusumano, di Codacons Latina – la nostra diffida in risposta in quanto il concetto di “disinteresse” non è precisato in alcun modo e i relativi criteri di determinazione non sono indicati. Pertanto il sindaco è stato invitato a non autorizzare nulla del genere e a procedere invece alla verifica della regolarità della procedura e della sua legittimità anche in considerazione della applicazione retroattiva del Regolamento del 2008 a sepolture degli anni 80″.

Inoltre è stata richiesta la costituzione di un tavolo tecnico gestore – consumatori – Comune per l’avvio della verifica annuale dell’andamento del progetto di finanza attivato con tanto clamore perché “a costo zero” per il comune.