fugge a piedi

Presidi serrati, controlli a tappeto, moltissima capacità di dialogo e di confronto con il solo obiettivo di far rispettare le regole e le misure di prevenzione del contagio da Covid 19.

Sono questi sono alcuni degli elementi che in queste settiane, anzzi mesi ormai, hanno caratterizzato il lavoro degli agenti della polizia locale a Latina e non solo.

Hanno dovuto fare i conti con le intemperanze, con le incomprensioni. hanno dovuto adeguarsi a mansioni prima non previste magari ed ora rese indispensabili a causa dell’emergenza coronavirus sul territorio.

Ed oggi a loro il vice sindaco di Latina, Maria Paola Briganti, a nome di tutti cittadini, rivolge agli agenti un ringraziamento per il lavoro svolto.

“L’avvio della Fase 2 ha rappresentato per tutti una nuova sfida e dopo una prima settimana di lavoro l’amministrazione comunale non può che essere orgogliosa – spiega la Briganti – della capacità dimostrata dalle donne e dagli uomini della polizia municipale nell’adempiere ai loro compiti di servizio avendo costante l’attenzione ai bisogni della popolazione e alla sicurezza”.

In questi compiti spesso gli agenti sono stati affiancati dai volontari dei gruppi di Protezione Civile attivati e coordinati dal Centro operativo comunale.

“Anche a loro vogliamo estendere il nostro ringraziamento per aver diffuso messaggi dagli altoparlanti, ritirato e consegnato mascherine, per aver regolamentato l’accesso ai cimiteri e alle mense comunali, per aver affiancato la Croce Rossa nel triage del dormitorio emergenziale, nel ritiro dei carrelli solidali presso i supermercati e nella preparazione dei pacchi alimentari o la Caritas nel prestare assistenza agli ospiti di Al Karama. Ma anche per aver collaborato con gli agenti nel controllo dei varchi della domenica ecologica al mare e nello scorso fine settimana in zona pub. L’amministrazione vi è grata ma è la città che vi ringrazia, per quello che avete fatto e per quello che farete, perché la sfida continua”.