giovedì 2 Dicembre 2021

Latina, incontro tra Coletta e il centrodestra: “Esclusa l’ipotesi di una sfiducia”

Si è da poco conclusa la conferenza stampa del neo eletto sindaco di Latina, Damiano Coletta, sull’incontro che ha avuto con i componenti del centrodestra.

Dopo alcune divergenze si è arrivati ad un accordo per migliorare la città. Sembrano esserci le possibilità di capire e superare le divergenze e di cogliere l’opportunità di fare di Latina un laboratorio di incontri di idee opposte per il bene di tutti i cittadini.

Il centrodestra chiede prima di tutto una “riconciliazione”. “Occorre – dicono – dismettere una retorica manichea che ha inteso dividere il mondo in buoni e cattivi, onesti e disonesti.

Abbiamo ascoltato con attenzione le ragioni per le quali il primo cittadino ha chiesto un colloquio con le forze politiche che, al primo turno, hanno conseguito la maggioranza dei seggi in consiglio comunale”.

Già oggi il primo cittadino ha garantito che sarà “superata la dialettica della campagna elettorale” e che si darà “il via a un percorso condiviso per il bene comune di Latina”.

“Da parte della consigliera Muzio – ha spiegato ancora Coletta – ho ricevuto la disponibilità a partecipare costruttivamente al percorso che porterà alla formazione di un governo istituzionale”

Il sindaco ha comunicato la volontà di stilare, nelle prossime 72 ore, una “road map” che indichi su quali basi politiche e programmatiche ipotizzare un dialogo.

“Il senso di responsabilità verso la città ed i nostri concittadini – hanno continuato i leader del centrodestra – ci ha indotto a non percorrere l’ipotesi di una sfiducia che avrebbe, inevitabilmente, condotto la città ad un commissariamento.

Abbiamo anche illustrato al sindaco alcuni temi irrinunciabili per la nostra coalizione.

La città, come il resto del Paese, dovrà gestire al meglio le risorse del Pnrr che, è bene sottolinearlo, non rappresenteranno la soluzione a tutti i mali ma certamente un impulso per ridare vigore al nostro tessuto sociale e produttivo.

Capiremo nelle prossime ore le modalità e le forme in cui il Sindaco intende coinvolgerci e, soltanto allora – hanno concluso – decideremo il da farsi nell’esclusivo interesse della città”.

CORRELATI

spot_img
spot_img