domenica 25 Febbraio 2024
spot_img

Latina, il sindaco Celentano: “Sanità in evoluzione con Rocca, bene su digitalizzazione e nuovi servizi al Goretti”

“La digitalizzazione in ambito sanitario programmata dal presidente della Regione Lazio per creare una rete di informazioni tra le Asl e gli ospedali va nella direzione di una più efficiente risposta al bisogno sanitario della nostra comunità”.

E’ quanto affermato dal sindaco di Latina Matilde Celentano nel week end di massime presenze turistiche nella provincia di Latina e conseguentemente di affollamento del pronto soccorso dell’ospedale Goretti.

“Ieri numeri alti per il nostro pronto soccorso – ha citato il sindaco Celentano – Alle 19 il portale della Regione Lazio segnava la presenza di 104 utenti, di cui 18 in attesa di visita, 39 in trattamento, 37 in attesa di ricovero o trasferimento e 10 in osservazione. Nei dati in
tempo reale, il numero del Goretti, pari a 104 accessi, risultava il più elevato di tutte le strutture sanitarie del Lazio, dopo l’Umberto I con  la presenza di 119 utenti. Ecco, questo ci conferma come sia importante la ‘salute’ del nosocomio pontino a cui afferiscono, soprattutto in estate, migliaia di cittadini”.

Già nella mattinata di oggi gli accessi al pronto soccorso si aggiravano intorno alle cento unità, con metà dei pazienti in attesa di ricovero o trasferimento presso altre strutture.

“Il provvedimento varato a fine luglio dalla giunta del presidente Rocca per la valorizzazione e la crescita professionale del personale dei dipartimenti di emergenza e urgenza, con aumenti in busta paga, va nella direzione giusta – ha commentato la prima cittadina di Latina, a capo della conferenza dei sindaci sulla sanità che sarà convocata quanto prima –  Va nella direzione giusta, ponendo un freno a quello che è l’esodo dei sanitari di pronto soccorso attratti da remunerazioni più vantaggiose delle prestazioni a gettoni”.

“Apprendo con molto piacere – ha aggiunto il sindaco Celentano – che il presidente Rocca ha annunciato provvedimenti per risolvere l’annoso problema delle liste d’attesa, anche attraverso l’uso della digitalizzazione. Ci sono cittadini pontini che attendono da mesi interventi urgenti, che potrebbero essere effettuati in altre strutture in ambito regionale. E non sono casi isolati. Dall’ultimo monitoraggio delle liste d’attesa è emerso che al Goretti soltanto 9 interventi su 320 con priorità A sono stati effettuati entro i 30 giorni richiesti. Questo dato è davvero preoccupante”.

Il sindaco Celentano ha affermato che il presidente Rocca, da pochi mesi al Governo regionale, mantenendo a sé la delega alla Sanità, sta rivoluzionando i servizi e il loro accesso: “Pensiamo all’inserimento nel Recup per le prenotazioni, in un unico database, di tutte le disponibilità del pubblico e del privato convenzionato. Questo – ha sottolineato – insieme alla digitalizzazione è una trasformazione epocale. Da non sottovalutare poi gli interventi sulla rete territoriale, con più cure per la salute mentale, per il disturbo
alimentare, delle dipendenze e molto altro. Cosa aggiungere? La recente inaugurazione al Goretti del nuovo reparto di Emodinamica e l’impegno mantenuto per la realizzazione del nuovo ospedale di Latina a Borgo Piave. Un passo dopo l’altro per ridare dignità alla nostra sanità. Il Messaggero riporta la notizia della prossima apertura di una nuova sala operatoria al Goretti. Si tratta di un’ulteriore misura, a cui la direzione generale della Asl sta lavorando da mesi, per ridurre le liste d’attesa degli interventi”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img