Raffica di multe nei confronti di cittadini indisciplinati che hanno abbandonato rifiuti in città, vicino ai cassonetti o in altri luoghi in dispregio delle regole, anche di civiltà, esistenti.

Sono quelle effettuate da Abc a Latina nell’ambito dei controlli mirati al contrasto al fenomeno dell’abbandono indiscriminato di rifiuti e della mancata differenziazione.

In tutti i casi è scattata una sanzione per un importo pari a 300 euro, come previsto dal vigente regolamento di polizia urbana.

Ad oggi, settembre 2020, sono state elevate complessivamente 391 contravvenzioni di queste, il 44%  nei confronti di persone colte in flagranza di reato dagli ispettori ambientali e il 56% attraverso l’utilizzo di fototrappole.

Ad un anno esatto dall’avvio del servizio di videosorveglianza ambientale, salgono a 220 le sanzioni emesse in seguito ad identificazione delle riprese da fototrappole, fisse e itineranti.

Tra queste, l’85% riguardano le utenze domestiche e il 15% quelle non domestiche. Inoltre, dei 220 totali, ben 89, hanno interessato utenti residenti in Comuni limitrofi.

Il numero più elevato di verbali è stato emesso nelle aree di Latina Lido, Latina Scalo, Campo Boario, Q4 e Q5, Borgo San Michele, Borgo Piave e in via Volsini.

Le immagini mostrano persone abbandonare, in maniera indiscriminata, in prossimità dei cassonetti, in strada o sul marciapiede,  rifiuti di ogni genere come materassi, porte, mobili, arredi, sedie, stendibiancheria e altri oggetti di grandi dimensioni.

L’utilizzo delle fototrappole, sotto il coordinamento e controllo del comando di polizia locale, è finalizzato a reprimere i comportamenti incivili soprattutto in prossimità dei siti maggiormente a rischio.

Da segnalare, in tal senso, i numerosi verbali emessi con l’ausilio della fototrappola di via Valmontorio, zona Latina Lido, installata nel mese di giugno 2020 che evidenzia un fenomeno di abbandono selvaggio dei rifiuti molto accentuato in questa area. I verbali elevati in questa zona hanno interessato, in particolare, persone fuori Comune.

Prosegue, inoltre, l’attività di controllo degli ispettori ambientali di ABC avviata a marzo 2019. In un anno e mezzo hanno emesso complessivamente 171 sanzioni a persone sorprese a perpetrare comportamenti scorretti in tema di conferimento dei rifiuti (di queste, il 94% sono utenze domestiche e il 6% utenze non domestiche).