mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img

Latina, flash mob della Cisl: “L’Aifa autorizzi i monoclonali contro il Covid”

La Cisl di Latina ha organizzato per sabato mattina in piazza del Popolo un flash mob per sollecitare l’Aifa (Agenzia italiana del farmaco), ad autorizzare i monoclonali anche in Italia.

Si tratta di un farmaco che cura il Covid-19, ordinato in dosi massicce per Stati Uniti, Canada, Israele, Germania (senza attendere l’autorizzazione dall’Europa), Inghilterra e Ungheria. L’italia invece, se non sarà autorizzato, non potrà usufruirne.

“La Germania – ha spiegato Roberto Cecere – ha approvato 400milioni di euro per curare la popolazione tedesca, dosi che saranno prodotte tutte a Latina. Se l’Italia non si muove, come ha detto Aldo Braca, il titolare della Bsp Pharmaceuticals del capoluogo pontino oggi su Il Fatto – saranno occupate tutte le linee di produzione. E’ un’iniziativa rivolta a tutta la città: la cura riguarda tutti gli esseri umani”.

Gli ultimi studi sugli anticorpi monoclonali, dice sempre Braca sul quotidiano Il Fatto, confermano una riduzione del rischio di morte del 70%.

Tra le ipotesi che possano aver fermato il farmaco in fiale forse un eccesso di prudenza e burocrazia o conflitti di interesse di chi deve decidere, difficile dirlo. Fatto sta che altri paesi lo stanno già utilizzando e l’Italia rischia di attendere un altro anno per la sperimentazione.

Francesco Miscioscia
Francesco Miscioscia
Francesco Miscioscia consulente di Marketing strategico nell’ambito della comunicazione politica ed istituzionale da oltre 35 anni. Master in Marketing internazionale – Politiche di Marketing, ricerche di mercato, modalità di penetrazione sui mercati esteri ed internazionalizzazione delle imprese.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img