giovedì 29 Settembre 2022

Latina, fila infinita al drive in su viale Le Corbusier. Viabilità in tilt. Calvi: “Coletta agisca, serve una sede più adeguata”

Una scelta che si è rivelata del tutto errata almeno sotto il profilo logistico ed organizzativo.

E’ quella di spostare nell’ex sede dell’ istituto per geometri Sani, in viale Le Corbusier, il drive in per effettuare i tamponi per il Coronavirus.

La strada è completamente congestionata. Ogni accesso ai quartieri Q4 e Q5 impedito. Il sottopasso bloccato in entrambe le direzioni e anche raggiungere la pontina è pura utopia.

Si è creato un vero e proprio imbuto e la rabbia dei cittadini sta divampando

“Quanto sta accadendo – spiega il coordinatore provinciale di Forza Italia e consigliere comunale a Latina, Alessandro Calvi – era prevedibile soprattutto dopo quanto accaduto nella zona dell’ospedale Goretti dove sino a qualche giorno fa il drive in era collocato. Come al solito si è spostato il problema senza fermarsi un istante e capire come risolverlo facendo cadere sui cittadini altri disagi”.

Tra le ragioni dello spostamento del drive in c’era proprio il caos viabilità che si era creato nella zona dell’ospedale di Latina con file di auto in attesa per ore e il conseguente congestionamento della viabilità fino ed oltre la circonvallazione.

Sul posto oggi sono dovute intervenire anche alcune pattuglie della polizia stradale.

“Coletta non si è accorto che l’area scelta avrebbe solo peggiorato la situazione? Eppure ci sono zone più idonee, più grandi, come quella della ex Rossi Sud, dove le auto possono sostare in attesa che le persone facciano il tampone senza creare disagi e bloccare il traffico. E’ assurdo che si continui a pagare l’approssimazione e la superficialità soprattutto in un momento tanto delicato sul piano sanitario ma anche psicologico per i cittadini di Latina e della sua provincia”.

I cittadini sono esasperati e i residenti impossibilitati a muoversi in entrata ed in uscita dalla città.

“Il numero dei contagi, purtroppo in costante crescita, dimostra solo che quel sito già oggi non ha i requisiti per ospitare un servizio così importante. Coletta e il presidente della Provincia Medici ragionino in prospettiva evitando di aggiungere emergenza all’emergenza e provvedano a mettere in atto ogni azione necessaria affinchè la sede del drive in di riferimento non solo per Latina ma – conclude Calvi – per un’intera provincia venga collocata in un luogo più opportuno e sicuro”.

Alessia Tomasini
Nata a Latina è laureata in Scienze politiche e marketing internazionale. Ha collaborato con Il Tempo e L'Opinione ed è stata caporedattore de Il territorio e tele Etere per la politica e l'economia. L'esperienza nell'ambito politico l'ha vista collaborare con pubbliche amministrazioni, non ultima quella con la regione Lazio, come portavoce e ufficio stampa.

CORRELATI

spot_img
spot_img