domenica 25 Settembre 2022

Latina, FDI: “Coletta mercanteggia con l’opposizione, inaccettabile”

Fratelli d’Italia incalza il Sindaco di Latina e in un momento già burrascoso per la maggioranza Coletta, la capogruppo FdI Matilde Celentano e il portavoce comunale Gianluca Di Cocco mettono il carico da 90 e dicono la loro sulla “poltrona mercato” che il primo cittadino starebbe conducendo con consiglieri di opposizione per convincerli al passaggio in maggioranza e così accaparrarsi un ampio recinto in giunta.
“Leggiamo dai giornali che il sindaco Coletta – dicono Matilde Celentano Gianluca Di Cocco – non ha ancora finito la sua campagna acquisti e starebbe facendo trattative con consiglieri di minoranza per convincerli a sostenerlo passando in maggioranza. Noi ci auguriamo che queste notizie non siano vere, ma se fossero vere, ci chiediamo con chi stia trattando e perché. Forse ha bisogno di numeri più sicuri in alcune commissioni? Magari in quella urbanistica perché, proprio come è capitato nella passata consiliatura, devono essere approvate delle varianti per esaudire delle richieste? Oppure ci sono delle cubature da traslare?
I nostri sono solo dubbi di chi assiste ad una notevole evoluzione per il civico Coletta, paladino della legalità, che sa fare politica meglio dei politici navigati. Chissà se è la stessa evoluzione che il suo elettorato si aspettava da lui.
Già prima del ballottaggio abbiamo assistito a corteggiamenti fatti a suon di poltrone offerte. A urne chiuse, il sindaco ha messo in campo una serie di stratagemmi con cui ha portato dalla sua parte gli stessi che in campagna elettorale si atteggiavano come suoi acerrimi nemici”.
Non può mancare il riferimento alle commissioni consiliari, tanto attese dopo un travaglio dirato mesi per comporle. Infatti con un cambio di casacca, ora che le commissioni sono stabilite, rimetterebbe il consiglio in un disordine che gioverebbe solo al Coletta e la sua lista.
Dobbiamo dedurre che questo mercanteggiamento non sia ancora finito -continuano –
visto questo modo di fare politica aumenteremo la nostra attenzione su tutti i lavori delle commissioni per verificare che non ci siano passaggi sospetti che nulla hanno a che vedere con il “bene comune” tanto decantato da Coletta e dai suoi.

CORRELATI

spot_img
spot_img