Lessio Caprì Vicaro
Gli assessori Lessio e Caprì, e Diego Vicaro

La bagarre degli ultimi giorni che ha visto i rappresentanti della Pro Loco di Latina Centro-Mare scagliarsi contro le inefficienze e gli ostacoli creati dallo sportello attività produttive del Comune di Latina non si arginano.

A prendere la parole l’assessore dimissionario Giulia Caprì.

“Lo sportello unico delle attività produttive ha degli standard molto elevati, di livello nazionale. Questo anche grazie alla volontà di digitalizzare il servizio per garantire una maggiore trasparenza dei procedimenti. Storicamente il periodo tra maggio e settembre vede una grande concentrazione di lavoro che deve essere affrontato da un organico ancora carente”.

Chiara e netta la posizione della Caprì che coglie l’occasione anche per smentire qualsivoglia legame tra le sue dimissioni e la “farraginosità” degli uffici.

In questo momento, inoltre, il Suap sta lavorando in contemporanea numerose pratiche relative, in maniera particolare, alle feste patronali, al bando dell’estate oltre a quello per il mercatino di Foceverde.

“Non c’è mai stata la volontà di ostacolare il lavoro di nessuno, né sono stati fatti favoritismi. Con il programma che utilizziamo, è tutto online quindi è tutto tracciato e facilmente controllabile. La nostra intenzione, ribadisco, è sempre stata quella di fare rispettare le regole, da tutti, nessuno escluso. In particolar modo – conclude – se parliamo di regole legate alla sicurezza, potranno pure risultare particolarmente stringenti, ma sono legate all’incolumità dei clienti/fruitori dei servizi che passano per lo sportello”.