controlli polizia

Settimana di controlli a tappeto per la polizia di Latina.

Gli agenti nel corso dei servizi di controllo del territorio hanno identificato oltre 1000 persone e controllato 572 veicoli elevando 33 verbali al codice della strada.

Sono  state arrestate  6 persone per svariati reati, quali detenzione ai fini di spaccio di droga, detenzione illegale di armi,  evasione dagli arresti domiciliari, furto aggravato, resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale, maltrattamenti in famiglia.

Denunciate 14 persone per maltrattamenti in famiglia,  furto aggravato, truffa, guida in stato di ebbrezza e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità,  utilizzo fraudolento di carte di credito e traffico di influenze illecite .

Il Questore di Latina ha emesso 6 avvisi orali, una misura di prevenzione con la quale “avvisa il destinatario dell’esistenza di indizi precisi sulla sua condotta illecita e lo invita a tenere un comportamento conforme alla legge “.

A loro è stato imposto di non accompagnarsi con altri pregiudicati. In caso di inosservanza alle prescrizioni potranno essere sottoposti alla misura di prevenzione personale più grave della sorveglianza speciale.

I provvedimenti, sono stati applicati dall’ufficio misure di prevenzione della divisione polizia anticrimine di Latina, nei confronti di un uomo di 57 anni nato a Velletri e residente a Cisterna per reati contro il patrimonio e la persona, droga, associazione per delinquere, di un 44enne nato a Roma e residente a Latina, con precedenti penali per reati di droga e contro il patrimonio, di un i un 40enne residente a Latina, con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, violazioni legge sulle armi.

Analoghi provvedimenti hanno riguardato anche un uomo di 39 anni nato in Ungheria e residente a Latina con precedenti per reati contro il patrimonio, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, violenza sessuale arrestato a giugno, un 38enne del capoluogo ed un 33enne di Fondi.