domenica 29 Gennaio 2023

Latina, Consiglio Comunale inattivo. La maggioranza replica: dal PD inesattezze

di Luigi D’Arcangelis – È arrivata la replica del Consiglio Comunale di Latina, e per la precisione dei Capigruppo della maggioranza, alle polemiche sollevate qualche giorno fa intorno alla presunta inerzia ed inattività dell’assemblea.

L’accusa, proveniente da esponenti dell’opposizione (in primis Giorgio De Marchis, del Partito Democratico, che aveva fatto notare come il Consiglio si fosse riunito solo 2 volte nel 2014, l’ultima il 18 febbraio), ha trovato la risposta dei capigruppo della maggioranza, che hanno rilevato come la Conferenza dei Capigruppo consiliari è stata convocata il 4 aprile scorso e si riunirà il prossimo 10 aprile per indire la convocazione del Consiglio.

Quanto alle parole “nessun atto di indirizzo o programmatico è stato approvato dal Consiglio Comunale nel 2014”, la maggioranza risponde affermando che nelle 2 sedute consiliari tenutesi nel 2014, il 30 gennaio e il 18 febbraio, l’assemblea comunale ha dato il via libera a diversi provvedimenti, tra i quali il piano contro la corruzione e il PAES (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile).

Infine, i Capigruppo mettono in evidenza come all’attività del Consiglio partecipi anche il Partito Democratico, essendo componente fondamentale dell’assemblea, e lo tacciano di aver, ad esempio, chiesto per ben 3 volte il rinvio dell’ordine del giorno sul punto riguardante la nomina del nuovo Vicepresidente dell’organo comunale, dopo le dimissioni di Maurizio Mansutti.

Insomma, il messaggio tra le righe delle dichiarazioni della maggioranza pare essere, senza molti dubbi, che ammesso che il Consiglio Comunale di Latina sia un’assemblea inetta, il PD non può certo ritenersi esente da responsabilità.

CORRELATI

spot_img
spot_img