martedì 26 Ottobre 2021

Latina, condannato l’ex consulente finanziario Roberto Ciavolella

Dopo anni di rinvii per irreperibilità è stato condannato l’ex consulente finanziario Roberto Ciavolella. Due anni, pena sospesa, per il promoter che aveva truffato decine di risparmiatori in provincia di Latina. Dovrà anche risarcire le parti offese, che si sono costituite parti civili nel processo, che si è tenuto davanti al Tribunale di Latina, assistite dagli avvocati Alessandro Mariani e Claudio Cardarello.

Ciavolella, dopo le prime denunce, era stato temporaneamente sospeso e poi definitivamente radiato dall’albo, ma sarebbe riuscito a far sparire ingenti somme di ignari risparmiatori che si erano fidati della sua parola.

L’indagine, che aveva portato alla luce il suo sistema truffaldino, era stata condotta dalla Guardia di finanza di Latina e aveva preso il nome “Easy gain” (Guadagno facile). La Procura di Latina, considerando le evidenti prove raccolte durante gli accertamenti, aveva chiesto e ottenuto la citazione diretta a giudizio.

L’uomo si era però trasferito in Kenia, dove era stato notato e riconosciuto da un amico di un cliente. Secondo le verifiche avrebbe sottratto diverse somme di denaro tramite il rilascio di assegni circolari, moduli di emissione di bonifici ovvero di prelevamento allo sportello che, in molti casi, avrebbe fatto firmare ai risparmiatori “in bianco”, dicendo loro che avrebbe provveduto all’investimento in prodotti finanziari di sicuro rendimento.

In realtà il denaro sarebbe confluito in via prevalente sui conti correnti riconducibili al promotore. Non solo: il promoter, sempre secondo le verifiche della finanza, avrebbe anche evaso le tasse per due milioni trecentomila euro.

CORRELATI

spot_img
spot_img