Damiano Coletta
Damiano Coletta

Damiano Coletta ha incontrato questa mattina i giornalisti ed ha ufficializzato la propria candidatura a sindaco anche alle prossime elezioni, supportato dal Partito Democratico. Ha però spiegato che c’è un dialogo anche con M5s ed esponenti del centrodestra interessati alla crescita della città.

Durante l’incontro ha spiegato come questa esperienza civica che è stata importante per Latina, perché ha segnato una discontinuità, ora si apre ai partiti in un dialogo definito “campo largo”.

Una discontinuità, ha spiegato sempre Coletta, che è servita a governare una città che aveva infiltrazioni con la criminalità. “Ora questo sistema è stato messo alla porta. Il dialogo è volto a un progetto per la città che ha una sua coerenza, che intanto parte da un’esperienza amministrativa che ha dato solidità”.

“In questi anni non abbiamo fatto accordi su spartizione di poltrone o altro, ma c’è stato sempre un confronto sui contenuti. Sempre fatto a fari spenti. Qualche giorno fa c’è stato un incontro con il Pd nel quale il partito ha espresso la volontà di sostenere la mia candidatura: rappresenta tassello importante, improntato sul piano degli impegni”.

“Un accordo con i partiti – ha specificato Coletta – non è un passo indietro rispetto a identità del civismo che rimane, ma è un momento in cui dobbiamo mostrare senso di responsabilità in questo momento storico e politico, per quanto stia succedendo a livello politico internazionale e nazionale. Con in più il Covid che ha acuito la crisi economica, sociale e politica, cercando di salvaguardare l’aspetto sanitario.

Penso che ciò che è stato fatto finora vada riconosciuto che è stata governata la città sul valore

Ci aspetta una fase di ricostruzione, rinascita del nostro paese partendo dalle città. La nostra ora ha delle fondamenta solide, per l’aver stabilito un metodo, che ha dato ai cittadini la dimostrazione, anche durante che si segua il principio di equità”.

“Il dialogo continua, ci sono altre forze che hanno deciso di sostenere questo progetto, in un perimetro di valori, basta sogni irrealizzati, ora si passa a una fase di sostenibilità dei progetti. E’ il tempo dei costruttori, ha detto Mattarella, ora abbiamo continuità amministrativa, che ha comunicato una solidità dal punto di vista metodologico: ora è il momento della costruzione”.