Degrado ed abbandono.

Sono questi gli elementi che contraddistinguono il cimitero di Borgo Montello.

I cittadini sono costretti ad affrontare una vera e propria gimkana per arrivare all’ingresso, tra sterrato, erbacce e gradini pericolanti.

Non esiste un’adeguata area di parcheggio per le tante persone che, quotidianamente, si recano sul posto per fare visita ai propri cari.

“Per far fronte a spropositati ribassi d’asta ed aggiudicarsi l’appalto, la società che gestisce il cimitero – spiega il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale, Andrea Marchiella – non è in grado di provvedere alla completa manutenzione e alle tante migliorie indispensabili per l’utenza. Il risultato è l’ennesima situazione da “serie B”  registrata nei borghi rispetto al centro del capoluogo. Un quadro desolante del quale l’amministrazione è l’unica responsabile, l’ennesima dimostrazione di completa latitanza che va ad aggiungersi alle tante altre collezionate in questi tre anni di non governo della città!”.

Ancora una volta i cittadini sarebbero disposti a porre rimedio a questa situazione desolante.

Ipotesi che l’esponente di Fratelli d’Italia, pur apprezzandola, respinge con forza puntando il dito sulla mancanza di responsabilità da parte dell’amministrazione comunale di Latina.

“Non possiamo che ringraziare queste persone per la generosità e l’encomiabile senso civico, ma allo stesso tempo ci auguriamo che non debba spettare a loro la sistemazione dell’area. I cittadini pagano le tasse e hanno diritto a dei servizi, non possono certo sostituirsi ad un Ente che continua ad ignorarli. Il volontariato inteso in tal senso – conclude Marchiella – rischia di diventare un alibi e uno sgravio di responsabilità per l’amministrazione. Provveda il Comune, piuttosto, a ripulire l’area e a renderla fruibile e in piena sicurezza. Sarebbe bastato un minimo di programmazione per evitare l’ennesima, spiacevole situazione”.