Il calcio di rigore

E’ finita 2-1 la partita tra il Latina Calcio e il Trastevere. Per la 29esima giornata del campionato di serie D il Latina Calcio 1932 ha incontrato oggi, 24 febbraio, in casa al Francioni, la squadra terza in classifica.

A dirigere l’incontro Giacomo Monaco della sezione di Termoli, con gli assistenti Giovanni Dell’Orco e Antonio Signore di Policorno e Venosa. I nerazzurri hanno dovuto fare a meno di Manel Minicucci (una giornata di squalifica) e Raffaele De Martino (due giornate dopo l’espulsione per proteste di domenica scorsa ad Ostia).

Un ottimo Latina conferma il suo percorso di crescita e conquista una meritata vittoria al cospetto del Trastevere, terza forza del campionato. A trascinare i nerazzurri è Fioretti, autore della doppietta decisiva. Primo tempo senza gol e con poche occasioni da rete. A collezionarle, però, è solo il Latina, che sfiora il vantaggio in almeno tre circostanze, sempre con Fioretti. Prima il bomber non è preciso su assist di Cittadino e manda la sfera a lato. Poi, di testa, chiama il portiere ospite Caruso ad un grande intervento. Infine, al 37esimo, è la traversa ad opporsi al numero 9 nerazzurro.

La ripresa inizia con il Trastevere vicino al vantaggio, con Capodaglio che, favorito da un errore di Maiorano, si presenta davanti a Maltempi ma non è lucido per battere a rete. Scampato il pericolo il Latina passa. E’ l’11’ quando Fioretti viene cinturato in area da Barbarossa e conquista il calcio di rigore, che lui stesso trasforma. Poco dopo (al 23’) è ancora Fioretti a gonfiare la rete: il bomber si fa trovare pronto dopo un assist di Atiagli e, in diagonale, batte per la seconda volta Caruso.

La reazione del Trastevere sbatte contro Maltempi, bravissimo ad opporsi a Bergamini. Poi, ad un minuto dal 90’, il neoentrato Cardillo realizza il gol che ridà speranze agli ospiti e che fa trascorrere 5’ di paura al pubblico del Francioni. Il Latina, però, regge l’urto degli avversari e conquista un meritato successo.