mercoledì 24 Luglio 2024
spot_img

Latina Calcio, la cordata di imprenditori per “prendersi la piazza”. Ma manca l’accordo

Non sono e non vogliono essere considerati la cordata del sindaco e sono pronti a fare l’offerta pur di salvare e ricostruire la squadra della città. Questo quello che filtra negli ambienti vicini agli imprenditori che stanno cercando di mettere insieme i soldi per comprare il Latina Calcio all’asta. Quando manca meno di una settimana alla prima messa in vendita, quello che emerge è la volontà di “prendersi la piazza”, e sottrarla a Benedetto Mancini che con Latina ha poco a che vedere.

C’è un problemino non da poco conto. La stragrande maggioranza dei soldi per l’acquisto la metterebbe l’impresa romana che opera nel settore della sicurezza. Le aziende pontine metterebbero una cifra irrisoria ma non trascurabile. Questo crea un problema di governance, e sarebbe proprio questo mancato accordo su un futuro assetto societario a costituire al momento un punto di blocco. L’operazione di acquisto avrebbe senso se il Latina rimanesse in Serie B, dove avrebbe almeno i soldi di Sky per i diritti tv e degli sponsor più coinvolti, ma se invece retrocedesse, tutto questo verrebbe a mancare. Allora perché spendere tutti questi soldi? Perché per gli acquirenti “la piazza è affidabile”. Quello che conta insomma, è ricostruire il Latina Calcio. Ma prima bisogna aggiudicarsi l’asta e sperare che da Benedetto Mancini non arrivi un’offerta migliore.

Quello che è certo è che chi compra la squadra dovrà per prima cosa arrivare a farle terminare serenamente il campionato in corso. Su questo vigila la Lega B, che non ha interesse a perdere una squadra a poche giornate dalla fine. Il resto è in continua evoluzione.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img