Antonio Terracciano

Le quote del Latina Calcio 1932 tornano interamente nelle mani del presidente Antonio Terracciano. Si sfilano definitivamente i fratelli Fierro e Fabio Napolitano, che non hanno evidentemente trovato acquirenti diversi. È scaduto il tempo entro cui potevano rilevare le loro quote e cederle, e ora le stesse sono nelle mani del presidente in carica. 

L’assetto societario ora vede il 70% delle quote nelle mani di Terracciano, il restante 30% è del commercialista Giuseppe D’Apuzzo

Si era parlato di possibili gruppi di imprenditori romani interessati alle quote del direttore degli istituti Steve Jobs ma le trattative non sono andate a buon fine. 

L’esito della vicenda è sicuramente deludente per i tifosi che invece speravano in una nuova compagine societaria in grado di rilanciare la squadra. 

A maggior ragione dopo le difficoltà della stagione ancora in corso, che vede il Latina a metà classifica, lontano persino dalla zona play-off che vorrebbero dire tentare il salto con i professionisti.

A rassicurare i tifosi ci ha pensato mercoledì l’allenatore Raffaele Di Napoli. A margine della partita vinta contro Vis Artena, mister Di Napoli ha detto della società: “Io quotidianamente sto con il presidente e il direttore sportivo. Il presidente è ambizioso, è una persona che è dura e tosta, mi piace il suo modo di pensare come vive la settimana con noi. Sul futuro è l’unico che può rispondere, ci tiene alle sorti del Latina Calcio e sicuramente farà qualcosa di importante per Latina”.

E non rimane che avere fiducia nel mister e nel presidente.