Benedetto Mancini

Il Latina Calcio 1932 potrebbe vedere presto l’ingresso di un imprenditore romano. No, non è Benedetto Mancini, anche se proprio lui, l’ultimo presidente dell’Us Latina Calcio, ha presentato una proposta di acquisto delle quote di Fabio Napolitano, che ha lasciato la società.

Ma l’ex direttore generale del Latina Calcio 1932 non sarebbe intenzionato ad accettare la sua offerta. Sul suo tavolo, o meglio, su quello dei suoi commercialisti e avvocati, ci sarebbero almeno un paio di offerte provenienti da due gruppi di Roma, uno dei due legato a una grossa catena di supermercati. Fonti vicine a Napolitano dicono che queste godrebbero di maggiore attenzione rispetto alla proposta di Mancini. Anzi, sarebbe già partito il carteggio  con lo scambio dei documenti necessari e richiesti in questi casi.

Latina invece ricorda Benedetto Mancini come colui che fu il presidente post Pasquale Maietta, pre gestione curatela, quello che doveva salvare la Serie B, e non l’ha fatto, quello che poi voleva ricomprarsi le quote dell’Us Latina Calcio prima che fallisse a 10 euro. Sarà anche per questi precedenti che Fabio Napolitano ha accolto la sua offerta con scetticismo. E non solo lui.