venerdì 2 Dicembre 2022

Latina, botta e risposta tra Lega e Fare Latina sull’amministrazione della città

Rimaniamo sempre più sconcertati da quanto accade in questa città, con la divisione tra buoni e cattivi, tra quelli a favore e quelli contro Coletta. Il tema che deve stare a cuore a tutti è fare il bene della città. Cosa che fino a oggi non è accaduto“, così il gruppo consiliare della Lega al Comune di Latina che ha sempre considerato arduo il percorso unitario richiesto dall’anatra zoppa.

Un compito talmente difficile che noi, come Lega, avevamo proposto di procedere subito con una mozione di sfiducia, in quanto non ritenevamo possibile trovare una sintesi. Ma nella coalizione questa linea non è passata“.

Poi è accaduto che una parte del centrodestra ha deciso di essere altro: “E non è vero che le poltrone non sono importanti, perché sono quelle che permettono di prender le decisioni, soprattutto di guidare processi che altrimenti si devono subire. Lo sa bene Fare Latina che ha deciso di concorrere all’interno del partito di Forza Italia alle elezioni provinciali riuscendo ad ottenere lo scranno chiudendo un accordo ampio che comprendesse anche l’appoggio in comune evidentemente” continuano in una nota i consiglieri del Carroccio ricordando che sia Forza Italia che Fare Latina hanno contrastato l’attuale primo cittadino in campagna elettorale proponendosi come alternativa.

C’è chi fa finta di appoggiare il sindaco, chi dice no ma lo appoggia di fatto. A noi questi giochetti non piacciono. La città ha bisogno di certezze, di chiarezza, di una classe politica che se decide di essere maggioranza lo fa mettendoci la faccia, prendendosi rischi e responsabilità” conclude la nota della Lega alla quale ribatte immediatamente Fare Latina:

Ciò che risulta un po’ stonato in questo quadro è il perché gli esponenti della Lega non abbiano colto l’occasione di dare una spiegazione ai propri elettori circa i negoziati serrati col Sindaco, ma preferiscano fare la morale di buona politica alle altre forze politiche. Forse intendono così esorcizzare le frustrazioni per il mancato raggiungimento delle proprie aspirazioni e le lotte interne? – scrive Annalisa Muzio -. A questo punto corre l’obbligo di ricordare alla Lega che ciò a cui si è assistito, in verità, è l’ennesimo fallimento della destra. La realtà è che esistono due strade: quella del fare senza chiedere nulla e quella di chiedere e, se non sufficientemente accontentati, di non fare nulla e decidere di chiudere il dialogo con il sindaco eletto. Ecco forse questa è la vera sfida: partecipare alla realizzazione degli obiettivi programmatici pur non chiedendo posti”.

Non si fa attendere la risposta dei consiglieri della Lega: “Noi non facciamo la morale a nessuno e di certo non ce la facciamo fare da chi si è candidato come alternativa a destra e sinistra, ha perso le elezioni e oggi governa con Damiano Coletta, si candida in Forza Italia al consiglio provinciale e si fa eleggere con i voti dei forzisti e probabilmente, se la matematica non è un’opinione…, dello stesso Coletta. C’è un limite a tutto” scrivono coordinamento comunale della Lega e il Gruppo consiliare di Latina.

Non bisogna governare con Coletta, ma governare Coletta perché lui, da solo, non è in grado. Purtroppo dopo molteplici incontri e confronti, il dialogo con Coletta non ha portato a nulla. Prendiamo invece atto che, per Forza Italia e per Fare Latina, Coletta è diventato all’improvviso uno capace, un sindaco che sa fare le cose. Ma Coletta è sempre lo stesso, è quello dei cinque anni scorsi. Forza Italia, in tutto il Paese, governa col centrodestra. Tranne a Latina. E’ una scelta di cui prendiamo atto e di cui prenderanno atto anche gli elettori”, conclude la nota del Carroccio.

Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img