Massimiliano Carnevale
Massimiliano Carnevale

Lo sport è uno degli altri settori che si trovano costretti a dover affrontare il vento devastante della crisi che l’emergenza Coronavirus ha portato con sè.

hanno dovuto fare i conti con chiusure improvvise ed oggi, anche nella cosiddetta ripartenza, con tutti i limiti e le misure, nonchè con i rischi che il coronavirus porta con sè.

“Evidentemente il sindaco Coletta – interviene il capogruppo della Lega in consiglion comunale, Massimiliano Carnevale – non conosce la locuzione latina “mens sana in corpore sano”… altrimenti non si spiegherebbe la superficialità con cui sta affrontando la questione delle associazioni sportive dilettantistiche in generale e della gestione degli impianti sportivi in particolare nella nostra città. Apprendo infatti che, nonostante le incessanti richieste delle associazioni sportive, l’amministrazione comunale di Latina targata Lbc rimane sorda e non si preoccupa di trovare una soluzione per garantire la continuità dello sport nella nostra città”.

Le associazioni che gestiscono gli impianti comunali sono state lasciate sole, sole a fare i conti con una chiusura improvvisa, sole nell’incertezza del loro futuro, sole nel far fronte a tutti gli impegni economici da onorare.

“Il rischio reale è che molte saranno costrette a chiudere e chi ne farà le spese saranno soprattutto i nostri bambini e ragazzi che non potranno giovarsi del ruolo e della funzione di benessere fisico e soprattutto sociale che lo sport garantisce. Chiederemo dunque, attraverso una mozione che depositeremo ad inizio settimana, un immediato intervento del sindaco affinché si trovi la soluzione di buonsenso che permetta l’erogazione di contributi alle associazioni sportive dilettantistiche di Latina, magari attingendo al famoso tesoretto di cui l’amministrazione dispone. Considerato questo modo di operare – conclude Carnevale – dobbiamo pensare che la loro non è solo avarizia in termini di bilancio, ma lo è soprattutto in termini  amore verso la nostra città”.