domenica 25 Febbraio 2024
spot_img

Il consiglio comunale di Latina approva l’assestamento di Bilancio: aumentano le spese per scuole, strade e sicurezza

Il Consiglio comunale di Latina ha preso una decisione fondamentale per la vita amministrativa del Comune, approvando oggi a maggioranza la delibera di verifica degli equilibri e dell’assestamento del bilancio di previsione 2023-2025. Con 22 voti favorevoli e 9 contrari, l’ente municipale ha dato l’ok a un documento di estrema importanza che definisce gli obiettivi dell’amministrazione e le regole da seguire per tutto l’esercizio finanziario.

L’assessore al Bilancio, Ada Nasti, ha illustrato la delibera, mettendo in evidenza il lavoro di verifica delle entrate e delle spese e l’importanza di mantenere gli equilibri di Bilancio. Tutte le misure necessarie sono state adottate per garantire una gestione oculata delle risorse finanziarie del Comune.

Una delle principali modifiche apportate rispetto al bilancio di previsione approvato dal commissario straordinario Carmine Valente il 12 maggio 2023 riguarda una variazione complessiva di 9.012.304,35 euro nelle entrate e nelle spese.

Il bilancio di previsione, approvato seguendo le priorità stabilite dall’amministrazione comunale, prevede una spesa di circa 600mila euro per la manutenzione delle strade. Questo intervento sarà fondamentale per garantire la sicurezza e la fruibilità delle vie cittadine e migliorare la qualità della vita dei cittadini.

La copertura finanziaria per queste spese proviene dall’avanzo vincolato delle contravvenzioni, dall’avanzo di parcheggi e parcometri e dall’avanzo investimenti ai sensi della legge 10/77. Questo permetterà di realizzare gli interventi necessari senza gravare ulteriormente sul bilancio comunale.

Ora, l’attenzione si sposterà sull’attuazione delle misure previste nel bilancio di previsione, monitorando costantemente l’andamento delle entrate e delle spese per mantenere gli equilibri finanziari e garantire una gestione responsabile delle risorse pubbliche.

“Ai fini del riequilibrio – ha affermato l’assessore Nasti – è stata posta particolare attenzione alle entrate non ripetitive rappresentate da proventi derivanti dalle violazioni al Codice della strada e dai proventi dei parcheggi e dei parcometri. Per entrambe le poste sono stati riscontrati accertamenti di gran lunga inferiori rispetto alle previsioni delle entrate. Solo un 10% nel primo caso e un 15% nel secondo caso. Nonostante il dato negativo dell’accertamento, grazie ad una delle prime nostre delibere di giunta, il bilancio conserva il suo equilibrio in quanto sono stati autorizzati prudenzialmente impegni di spesa per un importo non superiore al 50% della media degli accertamenti degli ultimi esercizi”.

Tornando alle maggiori spese, l’assessore Nasti ha segnalato  oltre 5 milioni di euro per il riconoscimento di debiti fuori bilancio e rischi contenzioso, 480mila euro in più per la manutenzione delle scuole, 100mila euro per la riapertura delle fontane, 80mila euro per le riparazioni dei danni causato all’ex Rossi Sud, 86mila euro per maggiori costi legati alla gestione delle mense, 150mila euro per manutenzioni straordinarie degli immobili comunali e circa 50mila euro per l’acquisto di hardware e software.

Sul Fondo crediti di dubbia esigibilità, l’assessore al Bilancio ha evidenziato che non sono emerse situazioni di squilibrio sui residui. “Il Fcde – ha spiegato la delegata del sindaco Celentano – è stato oggetto di un incremento di 166mila euro a seguito dell’iscrizione in bilancio di una maggiore entrata al capitolo della rifusione delle spese di lite per un importo di 237mila euro. E’ stata verificata, anche da parte dell’organo di revisione, la regolarità del calcolo del Fcde ed il rispetto della percentuale di accostamento, che misura 29milioni di euro per ciascuna delle  annualità 2023, 2024 e 2025”.

Nel corso del dibattito consiliare, l’assessore Nasti ha relazionato “sulle pretese creditorie da contenzioso” per un ammontare di 114 milioni di euro, a fronte delle quali si “rende necessario rimpinguare il Fondo contenzioso nelle annualità 2024 e 2025 oggi di importo pari a 19 milioni anziché 43 milioni come richiesto dall’Avvocatura comunale. “Una grande sfida per l’amministrazione – ha affermato l’assessore Nasti – che dovrà fare ogni sforzo per incrementare il Fondo contenzioso esistente al fine di mettere il bilancio in sicurezza. A tal fine bisognerà lavorare sulle riscossioni per ridurre il Fcde e liberare risorse da destinare al Fondo contenzioso e a maggiori servizi a favore dei cittadini. Bisognerà, inoltre, procedere, laddove possibile, a valutare ipotesi transattive, come nel caso,  già deliberato dalla giunta, nei confronti della curatela fallimentare della Latina Ambiente”.

Affrontato in aula anche l’aumento delle spese per la gestione del servizio di igiene urbana, a seguito dell’incremento di circa 10 milioni del Pef che il commissario straordinario Valente ha dovuto approvare per fronteggiare i maggiori oneri a carico del servizio.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Celentano per le verifiche e gli approfondimenti effettuati dall’assessore Nasti e dagli uffici preposti e per le scelte operate, in questa fase di assestamento del bilancio che arriva a soli due mesi e mezzo dall’approvazione del documento da parte del commissario Valente. “Le maggiori spese – ha affermato – sono state dettate da interventi prioritari che vanno nella direzione delle manutenzione delle scuole, delle strade e della sicurezza. Nell’elenco non vanno dimenticati anche i 60mila euro previsti per le telecamere del lato B del lungomare che abbiamo previsto a seguito degli incendi dei chioschi”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img