domenica 23 Giugno 2024
spot_img

Latina Ambiente, PEF approvato: “sì” anche da Forza Italia: PD: ultimo atto della maggioranza

di Redazione – La Commissione Ambiente ha approvato il Pef della Latina Ambiente. A votarlo l’intera maggioranza, contrario il PD. Anche Forza Italia ha votato a favore. Ed è il primo segnale di distensione tra i partiti di centrodestra. Il Pef, come aveva spiegato nella seduta precedente l’Assessore Alberto Pansera, vede un calo dei costi del servizio di igiene urbana pari a 940 mila euro. Non ci sono tagli ma sono state razionalizzate le spese e rimodulati i servizi. Positivo il presidente di Commissione Luca Bracchi: “Sono soddisfatto perché siamo riusciti ad approvare il PEF in tempi comunque stretti e prima della metà dell’anno, consentendo oltremodo un evidente risparmio. Ringrazio l’assessore Alberto Pansera e gli uffici per l’ottimo lavoro svolto che ci consente di poter presentare un documento contabile importante sia sotto l’aspetto economico finanziario sia sotto quello della prestazione dei servizi ai cittadini”.

Ma è proprio sui tempi lunghi che si concentrano le critiche del Partito Democratico. “È molto grave – spiegano Omar Sarubbo e Alessandro Cozzolino – che l’amministrazione Di Giorgi abbia proposto la delibera del Pef 2015 quando è ormai passata metà dell’anno in corso. Nei fatti questo impedisce di fare una programmazione annuale che consenta di gestire in maniera più equa ed efficace il servizio di raccolta dei rifiuti”. Il PD contraddice anche quanto affermato dall’Assessore Pansera nella scorsa seduta: i tagli ai servizi ci sono. Il rischio, è la tesi del PD, è che ci sarà presto “una situazione di disordine e pericolo ambientale”. “Con convinzione – aggiunge Sarubbo – abbiamo votato contro il Pef nato dalla gestione della destra cittadina che ha adottato un modello di raccolta rifiuti medievale rifiutandosi di applicare un sistema di raccolta differenziata integrale. Il risultato è che la differenziata è ferma ad un misero 33% e, dopo l’ultimo colpo di grazia sferrato oggi, si riducono i pochi servizi fin qui garantiti”. Ma l’approvazione del Pef potrebbe essere l’ultimo atto dell’Amministrazione Di Giorgi prima della sfiducia, calendarizzata per lunedì 18 maggio. “L’ultimo regalo della giunta Di Giorgi – afferma il capogruppo Cozzolino – è un Pef che dimentica ancora una volta la differenziata, i cassonetti a scomparsa che non funzionano e le bollette salatissime. Stiamo lavorando quotidianamente per mandarli a casa e speriamo sia questo l’ultimo atto di questa maggioranza e di una stagione da archiviare”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img