sabato 30 Settembre 2023

Latina Ambiente, oggi si decide. PD e FI per la gara pubblica. Mistero sulle posizioni di Sindaco e Giunta

di Eleonora Spagnolo – Oggi dovrebbe essere la volta buona per stabilire una volta per tutte il futuro di Latina Ambiente. Dopo il rinvio deciso nello scorso consiglio comunale, oggi pomeriggio quel che resta della maggioranza e l’opposizione, insieme a Sindaco e Giunta metteranno ai voti le mozioni che stabiliranno se il futuro di Latina Ambiente è diventare una società interamente pubblica o se invece la gestione del servizio rifiuti sarà affidata a una ditta esterna con gara pubblica. Con la probabile conseguenza che Latina Ambiente sarà messa in liquidazione, essendo il Comune di Latina il solo cliente. All’ordine del giorno ci sono tre mozioni: una presentata dal PD, l’altra da Forza Italia, e l’ultima da Cesare Bruni. PD e Forza Italia propendono per la gara pubblica. Il PD già lo scorso 16 marzo si era visto bocciare una mozione simile, con la promessa da parte della giunta che il tema sarebbe stato approfondito e valutato in seguito. Al Partito Democratico preme scongiurare qualsiasi eventualità di proroga a Latina Ambiente, che termina il suo contratto con il Comune di Latina il 31 dicembre 2015. Forza Italia invece non si limita a chiedere la gara pubblica, ma anche la messa in liquidazione di Latina Ambiente, una raccolta differenziata spinta, la chiusura della discarica di Borgo Montello con l’esclusione della costruzione di un nuovo impianto Tmb. Perché passi la gara pubblica sarebbe opportuno che PD e Forza Italia accorpino le loro proposte, o, eventualmente, un partito dovrebbe accettare di votare la mozione dell’altro.

Cesare Bruni invece ha presentato una proposta del tutto differente: internalizzazione del servizio. Per il consigliere indipendente è la soluzione meno rischiosa per le casse del Comune e l’unica che tuteli i lavoratori. Nelle proposte di PD e Forza Italia manca un riferimento ai rischi occupazionali della gara pubblica. E i dipendenti di Latina Ambiente non intendono stare a guardare. Erano in aula lo scorso 4 maggio, c’è da scommettere che saranno in aula consiliare anche oggi. Intanto ieri le loro rappresentanze sindacali avrebbero incontrato il Sindaco Giovanni Di Giorgi. Il primo cittadino non è stato in grado di dare loro certezze, ma avrebbe garantito che nella seduta di oggi si sarebbe speso a sostegno della soluzione “in house”. È bene sottolineare che sulla questione né il Sindaco, né la Giunta, né i partiti rimasti a sostenerlo hanno espresso una posizione ufficiale. Oggi, forse la sveleranno. Ma rischiano di essere fuori tempo massimo.

LATINA AMBIENTE, PEF APPROVATO: “SÌ” ANCHE DA FORZA ITALIA: PD: ULTIMO ATTO DELLA MAGGIORANZA

CRISI DI MAGGIORANZA, TRATTATIVE APERTE E TONI ACCESI. SULLO SFONDO LATINA AMBIENTE E ACQUALATINA

 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo è parte della redazione di LatinaQuotidiano dal 2014. Qui ha alimentato la sua passione per il giornalismo, l'informazione e il web. Nei suoi studi figurano una laurea in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione e un master in Web & Social Media Marketing.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img