domenica 25 Febbraio 2024
spot_img

L’assessore regionale Palazzo a Bruxelles per parlare di promozione sportiva

«Ho avuto il piacere e l’onore di intervenire al convegno Ex aequo: “Lo sport un diritto di tutti, in Italia e in Europa”, organizzato dal Copresidente Ecr Group, Nicola Procaccini, e ospitato nella prestigiosa sede del Parlamento Europeo di Bruxelles, alla presenza del commissario Europeo per lo Sport, Margaritis Schinas. I lavori sono stati conclusi dalla presidente del Parlamento Europeo, Roberta Métsola».

Lo ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, alla Transizione Energetica e allo Sport della Regione Lazio, Elena Palazzo,

«Una preziosa occasione per un confronto sulle azioni da mettere in campo a partire dalla consapevolezza del valore sociale dello sport. Il nostro obiettivo primario è il rilancio dell’attività sportiva per tutti, senza esclusioni», ha spiegato Elena Palazzo.

«È essenziale che la politica sportiva abbia una visione, per questo, da subito abbiamo avviato il Piano triennale con uno spirito chiaro: siamo in ascolto per lo sport, come recita lo slogan della nostra Conferenza programmatica. Abbiamo in corso un dialogo continuo con il mondo delle associazioni e degli enti di promozione di tutte le province del Lazio, per essere sempre più vicini alle esigenze vere dei nostri territori e per fare in modo che l’offerta sportiva sia sempre più corrispondente alle legittime aspettative», ha puntualizzato l’assessore allo Sport.

«Naturalmente intendiamo promuovere i grandi eventi, volano per il turismo e per l’economia, purché dimostrino di avere la capacità di incentivare la pratica, spingendo i ragazzi a imitare i grandi campioni, sfuggendo così dal rischio isolamento e devianze», ha concluso Elena Palazzo.

Il convegno di Bruxelles ha visto la partecipazione del ministro dello Sport, Giovani Andrea Abodi, insieme al presidente Special Olympics Eurpe Eurasia, David Evangelista, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, il presidente del Cip, Luca Pancalli, il presidente di Sport e Salute, Marco Mezzaroma, il presidente dell’Asi, Claudio Barbaro, il presidente dell’Opes, Juri Morico, il presidente dell’Endas, Paolo Serapiglia.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img