“E’ fatta! Dopo 12 anni il Lazio e’ fuori dal commissariamento della sanità. Ora assunzioni e investimenti per una nuova sanita’, ospedali, ambulatori e servizi sui territori. Una vittoria storica!”.

Lo scrive sul suo profilo di Facebook il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, ha sentito al telefono gli ex presidenti e commissari, Piero Marrazzo e Renata Polverini, per informarli della notizia.

Immediati una serie di commenti su una notizia che era attesa da tempo e che di anno in anno era stata rinviata.

Tra questi quello a firma di Claudio Moscardelli, segretario provinciale Pd, i consiglieri regionali Enrico Forte e Salvatore La Penna, Alessandro Cozzolino, dell’esecutivo provinciale Pd e Roberto Masiero, segretario circolo sanità.

“Il presidente Zingaretti e l’assessore D’Amato hanno dato il via ad una politica di nuova attenzione alla provincia di Latina e alcuni risultati sono indubbi. Centinaia e centinaia di stabilizzazioni di personale precario, l’assunzione di infermieri e medici, concorsi per le strutture complesse, investimenti in diagnostica, in strutture – pronto soccorso Latina e nuova ala ospedale, OBI e pronto soccorso Terracina, interventi su Formia e Fondi programmati – la salvaguardia e il potenziamento – spiegano gli esponenti locali del Pd – dei PAT per la medicina territoriale con investimenti e potenziamenti su Sezze, Gaeta, Minturno, Sabaudia, Cori, Aprilia e Cisterna”.

Ora la sanità tornerà ad essere materia di gestione ordinaria. Restano i vincoli del piano di rientro dal deficit ma si tratta comunque di un importante passo avanti.

“La fine del commissariamento della sanità del Lazio è la vittoria delle politiche riformiste messe in atto da Nicola Zingaretti dal 2013. Tutte le comunità del Lazio, nei 12 lunghissimi anni di commissariamento hanno sostenuto, non senza sacrifici, un percorso lungo complesso che le giunte Zingaretti e le maggioranze di centrosinistra hanno portato avanti con coraggio e determinazione per uscire da un tunnel di debiti e disservizi. Il Lazio volta pagina – spiega il segretario del Pd Lazio, senatore Bruno Astorre – e torna ad essere una Regione virtuosa”.

Positivo anche il commento di Unindustria con il presidente Tortoriello: “Ottima notizia uscita da commissariamento, ora via addizionale Irap a imprese che hanno contribuito al raggiungimento di questo traguardo. Così una Regione più competitiva e in grado di attrarre nuovi investimenti”.