martedì 16 Aprile 2024
spot_img

La Regione Lazio avvia l’iter per l’istituzione del Monumento Naturale di San Cristoforo a Itri

La Regione Lazio si appresta a vivere un momento storico con l’avvio dell’iter per l’istituzione del Monumento Naturale di San Cristoforo, all’interno del prestigioso Parco dei Monti Aurunci, situato a Itri. Questo progetto, annunciato dall’Assessore all’Ambiente, Transizione Energetica, Turismo e Sport, Elena Palazzo, rappresenta un importante passo avanti verso la tutela della biodiversità e la promozione del turismo sostenibile nella regione.

Un’Iniziativa per la Biodiversità e il Turismo Sostenibile

L’area designata per diventare Monumento Naturale si distingue per la sua ricca biodiversità e per la presenza di significativi siti archeologici, come il Santuario di Ercole e della Dea Fortuna, che negli anni ha offerto numerosi ritrovamenti di grande rilevanza. Il progetto nasce dalla visione condivisa tra l’Assessore Palazzo, l’Assessore al Bilancio, Agricoltura e Parchi, Giancarlo Righini, e il Direttore dell’Ente Parco, Giorgio De Marchis, che hanno lavorato insieme per portare avanti l’idea di preservare e valorizzare quest’area unica.

Prossimi Passi e Impatto Previsto

Dopo aver ricevuto conferme positive dai tecnici della Regione Lazio e dell’ufficio naturalistico del Parco, l’attenzione si sposterà ora sulle verifiche urbanistiche necessarie per delineare i confini del Monumento Naturale. Una volta completata questa fase, il Monumento Naturale di San Cristoforo andrà ad arricchire il Parco dei Monti Aurunci, offrendo nuove opportunità per un turismo che rispetti l’ambiente e valorizzi il patrimonio naturale e culturale della regione.

Un Futuro Sostenibile e Ricco di Storia

L’istituzione del Monumento Naturale rappresenta un’importante iniziativa per il Lazio, sottolineando l’impegno dell’amministrazione regionale nella tutela dell’ambiente e nella promozione di uno sviluppo turistico sostenibile. “Questo progetto è un tassello fondamentale per valorizzare ulteriormente il Parco dei Monti Aurunci, un vero gioiello del nostro territorio”, ha concluso l’Assessore Righini, evidenziando l’importanza della collaborazione tra le istituzioni per il successo dell’iniziativa.

Questo progetto non solo contribuirà a preservare l’ecosistema locale e a promuovere la biodiversità, ma offrirà anche ai visitatori l’opportunità di esplorare e apprezzare le meraviglie naturali e storiche del Lazio, incentivando al contempo uno stile di vita più rispettoso dell’ambiente.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img