di Redazione – Forza Italia e Fratelli d’Italia replicano al PD che si era detto pronto a governare Latina tramite il suo capogruppo, Alessandro Cozzolino. In una nota i capigruppo Giorgio Ialongo e Fabio Tontini accusano il Partito Democratico di non essere affatto pronti al governo, al contrario, stando agli emendamenti proposti nel bilancio, l’opposizione sarebbe alla frutta. Per FdI e forzisti le politiche attuate su Latina sono frutto di confronto, programmazione e pianificazione. “A tutto ciò sta corrispondendo la realizzazione di opere e progetti destinati a cambiare Latina, una idea di città che va verso il mare, con lo sviluppo del turismo e della qualità di vita basata sulla sostenibilità”, dicono Ialongo e Tontini. “Per realizzare questo, negli ultimi tre anni la maggioranza del sindaco Di Giorgi ha messo a disposizione le somme necessarie, attraverso il bilancio comunale e attingendo a fondi europei”, così difendono il sindaco i partiti della maggioranza.

Per Ialongo e Tontini la maggioranza in soli tre anni ha fatto quanto le precedenti amministrazioni non sono riuscite neppure ad avviare in trent’anni. E tutto questo, sottolineano i due capigruppo, è avvenuto senza il contributo dell’opposizione, accusata di chiusura “aprioristica” su ogni tematica. “Una cultura e una capacità di governo della città non si costruiscono con pochi, scoordinati emendamenti presentati da un partito, il PD, profondamente dilaniato e lasciati in aula alla difesa di soli quattro consiglieri”, e qui il riferimento è a Cozzolino, Zuliani, Fioravante e Sarubbo, i soli presenti fino alla fine del lungo Consiglio Comunale in cui si è approvato il bilancio. “Appare davvero fuori luogo, quindi, l’affermazione del capogruppo Cozzolino”, concludono Ialongo e Tontini diretti al capogruppo dell’opposizione.