sabato 13 Luglio 2024
spot_img

La Corte di Assise ricostruisce l’omicidio Moro grazie alle dichiarazioni dei pentiti

La Corte di Assise di Latina ha effettuato un’opera di ricostruzione del clima e delle situazioni che hanno portato all’omicidio di Massimiliano Moro ucciso la sera del 25 gennaio a casa sua a Latina.

A rendere possibile questa analisi le parole dei collaboratori di giustizia, che sono state cristallizzate nel processo Caronte.

Essenziali le dichiarazioni di Renato Pugliese e Agostino Riccardo e di Andrea Pradissitto che ha riacceso la luce su un brutale omicidio.

L’uccisione di Moro sarebbe legata alla ritorsione di alcuni componenti della famiglia Ciarelli per il tentato omicidio di Carmine Ciarelli. Le rivelazioni dei pentiti sui contorni di questa vicenda sono state ritenute credibili poiché i pentiti non erano solo in cerca di vantaggi sul regime di detenzione che sarà inevitabilmente molto lungo, ma anche legati alla volontà di cambiare vita.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img