di Daniela Pesoli – Il sindaco di Itri, Antonio Fargiorgio, rimprovera i cittadini che danno la caccia all’untore, chiedendo rispetto per chi si ammala di Covid 19 e invitando tutti a dare segni di maturità in un momento tanto difficile.

Lo ha fatto con un video messaggio realizzato per comunicare ai cittadini che ad Itri è stato accertato un terzo caso di positività al virus, riguardante una persona è stata sottoposta a isolamento domiciliare non avendo un quadro clinico che richiede l’ospedalizzazione.

Nel fare gli auguri ai tre contagiati (i due casi più recenti sono stati accertati nelle ultime 24 ore), il sindaco ha colto l’occasione per stigmatizzare alcuni comportamenti “che non ci fanno onore”, parlando di messaggi e fotografie circolati sui canali social tendenti a mettere alla gogna mediatica chi è stato colpito in prima persona dalla pandemia in atto.

“Dobbiamo essere una comunità responsabile e matura – ha detto Fargiorgio – e soprattutto in un momento come questo dobbiamo essere tutti uniti e partecipi per far modo che il problema si risolva al più presto. Non è dando la caccia all’untore che si supera l’emergenza. Dobbiamo pensare che nessuno è immune e quindi il problema può riguardare ognuno di noi”.

E’ il momento della solidarietà, ha sottolineato il sindaco. “Di gesti solidali ne ho vi tanti, ma purtroppo anche tanti comportamenti che non ci fanno onore”.