martedì 31 Gennaio 2023

Intervista a Italo Di Cocco: Ztl in centro? Meglio chiamarla salotto. Bene il progetto del Comune

di Giusy Cavallo – Il progetto dell’isola pedonale in centro sembrava avesse diviso i commercianti, proprio mercoledì sera c’è stata una riunione con il sindaco che ha illustrato nei minimi dettagli come si arriverà alla pedonalizzazione del centro a partire dal primo settembre. Dell’esito di questo incontro, ma anche delle sue annunciate dimissioni, abbiamo parlato con Italo Di Cocco, Presidente di Ascom Confcommercio e vicepresidente provinciale dell’associazione delle imprese.

Il progetto della Ztl aveva inizialmente diviso i commercianti, lei stesso ha parlato di un 50% contrario alla pedonalizzazione del centro. Adesso dopo la riunione con il sindaco come stanno le cose?

Posso dire che ad oggi quel 50% di contrari si è ridotto a un 15%. E’ inutile che mi ripeta, oggi non abbiamo alternative dobbiamo creare grosso attrativo per riportare la gente al centro e sicuramente questo della Ztl potrebbe essere lo spunto. Poi a me non piacciono i termini Ztl o isola pedonale, è un termine brutto sembra che appunto siamo isolati, io lo definirei il salotto di Latina. Creare un bel salotto in centro mette d’accordo tutti, il salotto è una cosa che unisce e che aggrega che porta alla frequentazione. Una sorta di Plaza Mayor a Madrid: la gente va lì perché ci sono i pub, si può cenare, prendere un drink. Qui bisogna creare i presupposti affinché Italo si sposti da Villa Patrizia per andare in centro, ci vuole un motivo per spingere la gente a frequentarlo. Dobbiamo creare un salotto, Latina è pronta e soprattutto non abbiamo alternative.

Il sindaco, durante la riunione, ha chiesto ai commercianti di fare delle proposte. Qual è la sua?

Glielo dico in anteprima, proporrò come Confcommercio al Comune di siglare un protocollo per avviare il progetto delle reti dei centri commerciali naturali. La Regione Lazio ha messo a disposizione 15 milioni per riqualificare i centri storici dal punto di vista commerciale, quindi è giusto che Latina possa beneficiare attraverso il progetto del salotto di questi fondi. Molti commercianti hanno chiesto al Comune di riempire questa Ztl di contenuti, ma, in un periodo in cui le amministrazioni hanno difficoltà di bilancio, deve essere nostro dovere, come rappresentanze di categoria, ad attivarci per attirare benefici regionali e comunitari che possono essere una bella boccata d’ossigeno. E’ nostro dovere quindi non affidarsi solo al Comune.

Parliamo di saldi, le vendite sono calate a Latina ma sono comunque il linea con la media nazionale…

Gli acquisti li hanno fatti e sono stati mirati ma per i primi due giorni di saldi perché i bravi commercianti si sono organizzati per fare le notti bianche. E sulla scorta di questo io ho proposto di fare nel periodo estivo un orario particolare dalle 18 in poi fino a mezzanotte. La sera con il fresco la gente volentieri parte dal mare o dal borgo per fare una passeggiata in centro e anche per vedere le vetrine. Anche questo è un attrattore, un’iniziativa che porta la gente in centro.

Un’ultima domanda, abbiamo letto delle sue dimissioni dalla presidenza di Ascom Confcommercio

Le mie dimissioni sono state rifiutate, c’è stato un consiglio straordinario per capire se le mie dimissioni fossero accettate, ma tutto il consiglio e la stessa presidenza provinciale si sono detti contrari. Il presidente Zottola mi ha pregato di tornare sui miei passi perchè non è il momento adesso di lasciare. Ci sono i problemi della ridefinizione delle Camere di commercio e mi hanno detto che hanno bisogno di un dirigente che opera da 25 anni in maniera attiva e, diciamolo, a zero costo. Quindi debbo mettere in campo di nuovo i miei muscoli!

ZTL E ISOLA PEDONALE, ECCO COME CAMBIA IL CENTRO STORICO DI LATINA

CORRELATI

spot_img
spot_img