domenica 21 Luglio 2024
spot_img

Lo minaccia di morte con una mazza da baseball, si salva rifugiandosi in pizzeria a Latina

Un episodio dai contorni tutti da chiarire quello avvenuto nella serata di martedì a Latina, esattamente nella zona di Campo Boario.

In tanti, abitanti dei palazzi che affacciano su via Giulio Cesare, avrebbero assistito alla scena: un giovane ha dovuto rifugiarsi all’interno di un esercizio commerciale per salvarsi da un uomo che lo minacciava, anche pesantemente, impugnando una mazza da baseball. Dei due, però, all’arrivo della polizia, si erano ormai perse le tracce.

Secondo quanto ricostruito dalle testimonianza raccolte proprio dagli uomini della Questura, ci sarebbe stato un gran trambusto in strada, che ha richiamato, come detto, l’attenzione di molte persone.

I due si sarebbero incontrati poco prima dell’episodio in questione, con il ragazzo, di circa 30 anni, che sarebbe riuscito a fuggire a piedi, sottraendosi alla furia dell’altro, che lo ha palesemente minacciato di morte. L’aggressore sarebbe quindi salito in auto riuscendo a rintracciare l’altro. Nel frattempo, il trentenne si era rifugiato all’interno di una pizzeria della zona, ancora aperta a quell’ora, mentre l’uomo, all’esterno e con una mazza da baseball in mano, continuava ad urlare minacce pesantissime.

Sarebbe stato il titolare della pizzeria a calmarlo inducendolo a risalire in macchina, un suv grigio, ed andarsene. Poco dopo anche l’aggredito ha fatto perdere le proprie tracce, ben prima che arrivasse la volante.

Proprio quest’ultimo, stando alle testimonianze, sarebbe stato già individuato. Si tratta di un pregiudicato con diversi precedenti per spaccio e rapine, per altro vicino alle famiglie criminali della zona. Evidentemente, quindi, la discussione, se così vogliamo chiamarla, avrebbe a che fare con questioni legate a scontri sugli interessi della malavita locale. Sul caso indaga la polizia.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img