Installazione delle passerelle per disabili

Finalmente inizia l’installazione delle passerelle per disabili sul lungomare di Latina. Lo ha comunicato il Comune. Lo scorso 31 luglio era stato annunciato che il posizionamento sarebbe avvenuto “a breve”. Oggi la notizia che si inizia, e a questo punto l’auspicio di chi assiste i disabili è che si finisca nel più breve tempo possibile.

Del resto la stagione estiva è ormai agli sgoccioli. Non rimane che sperare che le passerelle siano fruibili almeno per ferragosto. 

Intanto, i moduli di plastica sono arrivati, a detta del Comune in ritardo per colpa del fornitore, impreparato a causa della grande quantità ordinata dal Comune.

Le passerelle saranno installate vicino allo stabilimento Enel, di fronte al ristorante Punto Loran e al ristorante La Marina di Latina, per quel che riguarda il tratto Foce Verde Capoportiere. Invece, nel tratto Capoportiere Rio Martino, la passerella sarà installata all’altezza del 5° Kiosko  all’altezza della Foce del Duca.

Si tratta di moduli in plastica ecocompatibili, che arriveranno fino a 5 metri dalla battigia, dove il tratto deve rimanere libero.

Se per le passerelle siamo quasi pronti, i disabili dovranno attendere ancora un po’ per le sedie jobs. Si tratta di un tipo particolare di carrozzine che consentono ai disabili di entrare in acqua, assistiti da un accompagnatore.

Anche in questo caso il fornitore avrebbe assicurato la consegna entro i prossimi giorni. Per l’utilizzo basterà compilare un modulo, depositare una piccola cauzione e consegnare un documento di identità ai gestori delle strutture turistico-ricettive che, dopo la stipula di un accordo con il Comune, le avranno in custodia.

Le sedie jobs saranno disponibili presso lo stabilimento balneare Enel, la Lega Navale Italiana – Sezione di Latina (Via Ventotene, n. 2), lo stabilimento balneare “Lido del Sandalo” e il Ristorante “La Marina di Latina” nel tratto tra Foce Verde e Capoportiere; presso il “5° Kiosko” nel tratto tra Capoportiere e Rio Martino.

Forse per ferragosto ce la facciamo.