martedì 28 Maggio 2024
spot_img

Inizia l’era Celentano a Latina. Questa mattina il primo consiglio comunale

Ha avuto inizio ufficialmente oggi l’era di Matilde Celentano come sindaco di Latina. L’investitura istituzionale durante il primo consiglio comunale tenutosi questa mattina. Una prima assoluta per un sindaco donna alla guida della città capoluogo.

La seduta si è aperta con un minuto di silenzio in memoria del presidente Berlusconi, quindi l’intervento del capogruppo di Forza Italia Mauro Anzalone, che nel suo discorso ha reso omaggio all’ex premier e leader del suo partito.

Quindi il presidente Raimondo Tiero ha aperto la seduta con un appello a tutta l’aula a lavorare insieme per il bene di Latina. “È necessario superare individualismi, affinché vengano date risposte chiare e inequivocabili”.

Si è quindi passati all’ordine del giorno: al primo punto le condizioni di eleggibilità e la convalida degli eletti. Questa prima votazione si è conclusa con 32 voti favorevoli, l’unica assente Federica Censi.

Quindi il simbolico momento del giuramento del sindaco Matilde Celentano e la consegna della fascia tricolore. “Un punto di partenza per la città di Latina. Vogliamo fare di Latina una città sicura, che sappia accogliere fragilità e diversità e che sappia offrire possibilità. È con un sentimento di orgoglio che oggi, da sindaco di Latina e di tutti i cittadini di Latina, ho giurato di osservare tutti i diritti della Costituzione. Dobbiamo fare rete tra istituzione e società civile, sarà un mio impegno. Voglio ringraziare chi ci ha dato la fiducia e anche chi non ci ha scelto ma ha esercitato il proprio diritto di voto. Per la prima volta nella storia di Latina è stato eletto un sindaco donna, con ampio consenso. Ringrazio mio marito, le mie figlie e i miei amici. Grazie di cuore a tutti, in particolare ai candidati consiglieri della coalizione, che con il loro impegno hanno reso possibile questo risultato. Latina ha bisogno della nostra cura, di un governo del territorio, facendo della cultura un suo punto di forza. Abbiamo all’orizzonte il centenario della città, un appuntamento irrinunciabile”. Sport, associazioni, cultura e scuola. Anche questi temi sono stati trattati nel primo discorso di Matilde Celentano, che più volte ha sottolineato il fatto che vorrà essere il sindaco di tutti. “Abbiamo davanti a noi un lungo cammino. Cercherò di non deludere ognuno di voi”.

Il terzo punto all’ordine del giorno riguardava l’elezione del presidente del consiglio.  Raimondo Tiero, ovvero il primo degli eletti alle elezioni di maggio, ha ricevuto l’incarico all’unanimità dell’assemblea. Coriddi per la maggioranza e Majocchi per l’opposizione hanno ricevuto la nomina a vice presidenti dell’assise.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img