Infrastrutture, Miele: La revisione della Roma Latina inciderà sul traffico a Borgo Piave

0
114

L’inadeguatezza delle infrastrutture a Latina e in provincia sono un problema che attanaglia ormai da troppo tempo il territorio e che ha conseguenze economiche importanti. Per questo il tema sarà al centro anche di questa campagna elettorale per le ammnistrative.

A tornare sull’argomento è oggi la consigliera comunale Giovanna Miele (Laboratorio Identità Futuro): “Latina – ha detto – deve alzare la voce sulle infrastrutture, pretendere collegamenti viari e ferroviari che siano all’altezza della seconda città del Lazio. Per questa ragione, nei prossimi mesi, è opportuno spendersi per ottenere alcuni importanti risultati.

Innanzitutto che l’opera autostrada Roma Latina sia portata a termine e che ciò sia fatto sulla base del progetto originario, che dava molti vantaggi alla nostra città. Credo sia stato eccessivamente sottovalutato come la revisione progettuale voluta dall’ex ministro del Governo Conte Paola De Micheli, ha tagliato di netto le opere di compensazione previste dal progetto originario. Questo vuol dire che a Latina mancheranno i collegamenti che avrebbero portato il traffico in arrivo da Roma verso i monti e verso il mare. Se l’Autostrada fosse realizzata come l’ultimo progetto approvato anche dalla Regione Lazio a guida Zingaretti, Borgo Piave rischierebbe di trovarsi quotidianamente assediata da un numero enorme di auto e mezzi pesanti, assolutamente ingestibile. Un aspetto che il progetto originario teneva giustamente in considerazione”.

Non manca l’attacco all’amministrazione: “Ora la soluzione al ribasso nata per esigenze politiche del Pd e del Movimento 5 Stelle non può essere certo pagata dai cittadini di Latina. Per questo sarà nostro compito sfidare su questo aspetto il candidato sindaco del Pd e del M5S Damiano Coletta. Vuole difendere gli interessi della città o quelli della sua parte politica?”

“Inoltre – ha continuato Miele – credo sia opportuno sostenere in ogni sede il progetto di un nuovo collegamento viario tra le province di Latina e Frosinone. Un asse necessario per garantire al Lazio sud un collegamento veloce, che oggi non c’è. I territori del Lazio sud rappresentano un hub fondamentale per il comparto chimico-farmaceutico dell’intero Paese e mai come in questo anno di crisi sanitaria causata dalla pandemia, abbiamo capito quanto sia importante avere delle aziende leader del settore, sul nostro territorio.
E’ necessario che la politica faccia la propria parte e lavori oltre gli steccati di appartenenza affinché il territorio abbia quelle infrastrutture viarie e ferroviarie necessarie a garantire collegamenti veloci, crescita economica e soprattutto occupazionale. Tutti questi investimenti possono essere realizzati utilizzando le risorse del Recovery Fund che saranno a disposizione nei prossimi mesi e dunque abbiamo davanti una possibilità che non possiamo lasciarci sfuggire.
Infine non possiamo dimenticare che alla base della solidità dell’economia c’è la necessità di una rete di comunicazione solida, che oggi è sia fisica che telematica. Un ente locale deve poter garantire anche questo ai suoi cittadini”.