martedì 30 Novembre 2021

Inchiesta rifiuti, Di Giorgi riunisce i Cda pubblici e incontra Zingaretti

Dopo che l’inchiesta della procura di Roma sulla gestione dei rifiuti nel Lazio ha portato all’arresto di sette persone, tra cui l’ad di Ecoambiente e Latina Ambiente, il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi ha subito riunito i membri del Cda di parte pubblica e il presidente della “Latina Ambiente S.p.A.”, unitamente al presidente della “Ecoambiente”.

Il primo cittadino ha espresso “massima fiducia nella magistratura e nei tempi che auspichiamo brevi per accertare responsabilità nella vicenda”, e segue con grande attenzione lo sviluppo della vicenda. “Ho già chiesto – spiega Di Giorgi – al presidente della Regione, Nicola Zingaretti, un incontro per monitorare la vicenda e le eventuali ripercussioni sul processo di bonifica della discarica di Borgo Montello il cui iter, come noto, è in atto da tre anni ed è giunto alla sua fase attuativa con coinvolgimento diretto della società “Ecoambiente”. Inoltre ho chiesto un incontro al socio privato di “Latina Ambiente S.p.A.”, nonostante l’inchiesta non riguardi la “Latina Ambiente S.p.A.”, per valutare eventuali implicazioni che la vicenda potrebbe portare alla società o al servizio”.

Di Giorgi ha poi convocato un apposito Consiglio comunale,al fine di relazionare al Consiglio e alla città l’esito degli incontri.

CORRELATI

spot_img
spot_img