Le squadre al lavoro per spegnere l’incendio che ha travolto, è proprio il caso di dirlo, la località Antignana, a Sezze, hanno dovuto sudare le proverbiali sette camice.

Appiccato, probabile infatti la natura dolosa del rogo, nella giornata di domenica, l’incendio ha tenuto in scacco vigili dl fuoco e protezione civile per un giorno e mezzo. Fino alla serata di lunedì, infatti, su Sezze volteggiavano i mezzi aerei impegnati nelle operazioni si spegnimento.

In totale, alla fine delle operazioni, in fumo sono andati la bellezza di 18 ettari di macchia mediterranea. Una ferita, quella inferta alla collina, che rimarrà ben visibile da gran parte della pianura pontina per molto, molto tempo.

Nelle operazioni, sono stati impiegati due canadair ed un elicottero regionale sin dalle prime luci dell’alba di oggi.

Da terra, gli interventi sono stati coordinati da un DOS VVF e supportati da squadra VVF e Volontari di Protezione Civile di Sezze.

Ai vigili del fuoco non risulta che siano rimaste delle persone coinvolte.