martedì 28 Giugno 2022

Incendi e furti nelle scuole a Sezze, l’opposizione attacca Lucidi

I consiglieri di opposizione Sergio Di Raimo, Pd Sezze, Armando Uscimenti Pd e Serafino Di Palma della Lega Sezze denunciano in sede politica, con un comunicato congiunto, la situazione di scarsa sicurezza nelle scuole, a causa dei recenti furti nei plessi scolastici nel territorio ma anche, dell’incendio nella palestra Nardi.
Una microcriminalità del genere oltre che dannosa è un’offesa alla memoria del grande atleta pontino. Non manca, infine, un’accusa all’amministrazione politica di Sezze, immobile davanti all’aumento di questi casi di delinquenza.
“Gli avvenimenti delle ultime settimane come i furti nelle abitazioni, i furti e danneggiamenti nei plessi scolastici e ora anche l’incendio alla palestra della scuola superiore (intitolata a Daniele Nardi), incendio che, come scritto da alcuni quotidiani on line, sembra essere di tipo doloso, mettono in evidenza che quello che la cittadinanza si aspettava, anche in virtù delle promesse elettorali, è totalmente diverso da quanto questa nuova amministrazione sta producendo per il paese. Non è questione di tempo ma di priorità e impegno profuso. Al di là dei proclami, finora non si è visto nulla di positivo né nulla di nuovo. Ci si augura che vengano percorse tutte le strade possibili per arginare questi fenomeni di microcriminalità che nelle ultime settimane sono molto aumentati e non lasciano sperate nulla di buono, fenomeni che, chiaramente condanniamo fermamente. Se fosse accertato che l’incendio è di natura dolosa sarebbe un fatto gravissimo e sarebbe necessario chiedere una riunione del comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza per affrontare in modo diretto questa ondata di criminalità. Esprimiamo la nostra vicinanza agli studenti e al corpo insegnanti come anche alla famiglia Nardi”.

CORRELATI

spot_img
spot_img