domenica 3 Marzo 2024
spot_img

Inaugurato a Sezze l’impianto di dearsenificazione di Acqualatina

Il 22 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1992 dall’ONU per ricordare al mondo l’importanza delle risorse idriche naturali e della loro salvaguardia.

Il tema scelto a livello mondiale, quest’anno, è “ACCELERATING CHANGE”: unire le energie per accelerare la risoluzione dei problemi legati a siccità e crisi idriche.

Per l’occasione, Acqualatina ha inaugurato un nuovo e importante impianto di dearsenificazione presso la Centrale Sardellane, nel Comune di Sezze, a servizio di quota parte dei Comuni di Latina, Sabaudia, Pontinia, Sezze, Terracina e San Felice Circeo.

Presenti all’incontro il presidente di Acqualatina, Lauriola, che ha sottolineato come: «Questo impianto rappresenta uno dei tanti progetti realizzati negli ultimi anni per fronteggiare il problema della siccità: uno dei temi più rilevanti che le utility sono chiamate oggi ad affrontare. Una sfida difficile, ma non impossibile.

Confido fortemente nei professionisti di Acqualatina e nelle nostre Istituzioni, i risultati già raggiunti sono la dimostrazione che, insieme, possiamo fare molto ancora per il nostro territorio. L’impianto che inauguriamo oggi è un esempio proprio di questa preziosa sinergia, in quanto realizzato anche grazie a fondi statali».

Per l’AD Lombardi: «Questo nuovo impianto, con un investimento di oltre 3,5 milioni di euro e una capacità complessiva di trattamento di 320 litri al secondo, rappresenta uno degli interventi volti all’ottimizzazione del servizio idrico su Sezze e per gli oltre 250.000 abitanti della Pianura Pontina. Ulteriori 15 milioni di euro sono previsti per la realizzazione della nuova adduttrice da affiancare all’attuale e 1,2 milioni per la nuova condotta a servizio di Sezze alta.

Attività, queste, che rientrano nel più ampio progetto di resilienza e flessibilità dell’intero sistema idrico, che hanno come elemento centrale il recupero delle perdite e l’ammodernamento delle reti: attività che ha ottenuto anche 54 milioni di euro di finanziamento da fondi PNRR».

Queste, invece, le parole del sindaco di Sezze Lidano Lucidi: «Sono lieto di presenziare a questo evento, prima di tutto perché l’impianto che viene inaugurato oggi rappresenta un tassello importante per l’ottimizzazione del servizio idrico a Sezze e in tutta la Pianura Pontina, poi perché questo impianto si inserisce in più ampio piano di interventi che contribuiranno a migliorare il servizio nel nostro territorio comunale».

L’impianto si inserisce nel filone del potenziamento delle centrali esistenti, strumento che si va ad aggiungere a quello principale di recupero delle dispersioni e ammodernamento delle reti, e a quelli di interconnessione di reti e centrali diverse.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img