sabato 2 Marzo 2024
spot_img

In manette un 23enne di Aprilia: era il rapinatore seriale sulla Nettunense

È servita una task force composta da agenti di Polizia e dai militerai dell’Arma dei Carabinieri per mettere le manette al 23enne di Aprilia accusato di rapina a mano armata e tentato omicidio. Quelli di mercoledì sono stati solo gli ultimi due colpi messi a segno a danno di attività commerciali in un territorio vasto che va da Anzio a Cecchina.
Il ragazzo, italiano e residente nel comune pontino, non si è fatto mancare nulla: La sera dell’11 maggio è entrato in azione, pistola in mano e volto coperto dalla mascherina, modus operandi usato già in occasioni precedenti, ha fatto irruzione in due supermercati di Velletri. Una volta fatto suo il bottino, parte dell’incasso della giornata del Carrefour e l’Eurospin, si è dato alla fuga in auto. Avvistate e avvistato da un posto di blocco dei Carabinieri che pattugliavano la strada del comune dei Castelli, il malvivente non si è fermato all’alt, anzi ha accelerato investendo un militare. Rapidamente ne è scaturito un inseguimento che ha richiesto un supporto dei colleghi di Anzio e di Aprilia e degli agenti di Polizia del Commissariato di Anzio.
Il militare ferito intanto, è stato soccorso da una volante della polizia ed p stato trasportato in “Codice Rosso” in Ospedale.
Nel frattempo grazie alla coordinazione e alla collaborazione delle volanti e delle gazzelle in azione, il 23enne è stato intercettato e fermato da una pattuglia dell’Arma che non ha esitato a trarlo in arresto. In manette, il giovane è stato condotto presso la Casa Circondariale di Velletri.
Nonostante la giovane età, l’uomo può vantare alle sue spalla già una densa, anche se breve, carriera criminale.
I colpi messi a segno con il suo identico modus operandi sono iniziati il 22 aprile scorso: un’auto rubata la sera prima, poi l’irruzione con pistola alla mano con il volto coperto dalla mascherina in un’attività commerciale di Nettuno e una farmacia poco distante poi.
In pochi minuti il rapinatore, probabilmente scarrozzato da un complice, ha fatto perdere le proprie tracce.
Una settimana dopo, stesse modalità, sono state messe a segno 3 rapine sulla strada Nettunense. Questa volta, ad essere diversa, era la zona colpita: auto rubata la sera prima, poi la rapina ad una farmacia a Cecchina, poco più a sud di Roma, la seconda irruzione, sempre a mano armata, ad una farmacia di Rocca di Papa, nuovamente in macchina, il rapinatore è arrivato a Velletri per mettere a segno un altro corpo ad una farmacia vicino al Nuovo Ospedale dei Castelli.
Una serie di colpi, che hanno messo in moto non solo i commissariati tra Anzio, Aprilia e Velletri, ma anche i Carabinieri di Ariccia, Cecchina e dei nuclei operatici di Velletri e Castel Gandolfo. Una task force che ha lavorato in modo congiunto e ineccepibile per far scattare le manette per il rapinatore che stava sgomentando il sud di Roma.
Il rapinatore, però, prima di essere fermato e identificato nel 23enne di Aprilia, è riuscito a mettere a segno altri due colpi, questa volta ad Anzio. Nella sera del 7 maggio, sempre munito di un’auto rubata qualche giorno prima, un primo assalto alla cassa con mascherina chirurgica e pistola alla mano è stato fatto all’Eurospin in via del Cinema. Il secondo colpo su via Nettunense al Risparmio Casa, dove nella concitazione della fuga, è stata aggredita una donna, spintonata e buttata a terra che inerme si è vista rubare l’auto dal malvivente.
Questa l’attività feroce di un criminale di soli 23 anni. Dopo l’arresto, le successive perquisizioni hanno permesso ai militari di individuare elementi di riscontro in merito alla responsabilità dell’uomo rispetto alle rapine consumate a danno dei sopra citati super mercati. Così si spera, con questo arresto, di essere riusciti a dare un chiaro segnale di legalità e di impegno delle forze di Polizia nel contrastare la criminalità, e in certi casi, come quello del Carabiniere investito, mettendo a rischio la propria vita.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img