martedì 30 Novembre 2021

In carcere per una rapina, ma erano innocenti: due ragazzi assolti dalla Corte d’Appello

Dieci mesi di carcere, ma erano innocenti. Così almeno per la Corte di Appello di Roma che ha assolto dall’accusa di rapina due ragazzi romeni, Gabriel Balaita, 34 anni e Galbeaza Bogdan Vasile, 35 anni che nel 2015 erano stati condannati dal giudice di Latina, Lucia Aielli, in primo grado, a tre anni e 9 mesi di reclusione.

Il colpo di cui erano ritenuti responsabili risale al 6 marzo 2011: un ragazzo indiano era stato derubato di 400 euro e del cellulare e malmenato. Gli avvocati degli imputati, Giancarlo Vitelli e Oreste Palmieri, avevano chiesto un incidente probatorio, per sentire la vittima, ma non era stato concesso e poi il ragazzo indiano era ripartito per il suo paese.

La sua testimonianza, che incastrava i due, era stata però acquisita e alla fine erano stati condannati. La Corte d’Appello però è di un diverso parere e avrebbe considerato anche le tante testimonianze di chi aveva dichiarato che quel giorno gli imputati non erano a Latina. È arrivata quindi l’assoluzione con formula piena. Intanto però i due sono rimasti in carcere per quasi un anno e hanno anche perso il lavoro, per questo i difensori chiederanno la riparazione per ingiusta detenzione.

Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img