immigrati-integrazione

“Nel Lazio sono stati trasferiti 334 migranti dalla Sicilia senza alcun elemento di proporzionalità, 9 dei quali si sono resi irreperibili. Di questi 15 sono positivi, ad oggi ovvero il 4,5%. Così il meccanismo non può funzionare”.

Lo afferma in una nota l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“Si rischia di sovraccaricare – spiega – il sistema sanitario, già sotto pressione da mesi”.

Una situazione, quella del trasferimento degli immigrati, senza tra l’altro che si fossero effettuati i tamponi ma anche le verifiche sul piano sanitario prima di metterli in viaggio esponendo a ipotetici contagi sia il personale addetto ai trasferimenti che le comunità a cui si è deciso di farli ospitare, che sta creando non poche tensioni.

A Latina sono 12 le persone risultate positive delle 57 ospitate nella struttura della ex rossi Sud un dato che crea apprensione tra i cittadini.

Intanto per dare una sistemazione ai migranti sbarcati la prefettura di Roma, ed esclusivamente per il territorio di competenza della Capitale, ha pubblicato un bando, con scadenza il 3 agosto 2020, per trovare hotel o strutture ricettive similari per ospitare i migranti in quarantena o in isolamento domiciliare preventivo a causa del Coronavirus.