operatori sanitari
L'ospedale Santa Maria Goretti di Latina

Un cordone di solidarietà, vicinanza, sostegno. Una carezza per colmare le distanze che la paura e la diffusione del Coronavirus stanno creando ed hanno creato.

E’ quella che a tutti i livelli, e per le possibilità di ciascuno, si sta mettendo in atto per sostenere l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina e soprattutto la sua anima.

Un’anima immensa formata da medici, infermieri e tecnici, operatori socio sanitari, addetti alle pulizie, che stanno ogni giorno, ciascuno per il ruolo che ricopre, affrontando questa emergenza dando assistenza ai pazienti tra mille sacrifici.

“Volevo ringraziare – spiega l’infermiere Enrico Mattei, con un post su Fb – Vincenzo del ristorante Podere 469 , per l’enorme disponibilità data, per fare arrivare a tutto il personale ospedaliero decine e decine di carezze gastronomiche ogni giorno, nonostante l’impegno di alcuni miei colleghi (che in trincea non stanno) a interrompere questa catena di solidarietà”.

La cena venerdì è stata offerta dalla bisteccheria “Da Vinci”, ieri il forno “D’Amici” ha mandato cibo, si unirà anche “Bonifacio VIII” ma sono tantissimi quelli che ogni giorno  stanno offrendo sostegno e un sorriso gastronomico al personale.

Una solidarietà costante, quotidiana, meno altisonante di quella dei vip ma più vera perchè fatta da chi, ristoratori, operatori, stanno soffrendo la crisi inevitabile e durissima che l’emergenza Coronavirus sta portando con sè.