mercoledì 18 Maggio 2022

Il sondaggio segreto di Forza Italia conferma i risultati di Latina Quotidiano: Zaccheo candidato sindaco

di Francesco Miscioscia – Manca praticamente un anno alle elezioni comunali del 2016 e già le principali forze politiche di maggioranza e di opposizione si stanno cominciando ad organizzare per capire come muoversi in termini di alleanze, candidati ed eventuali primarie.

L’attuale sindaco Giovanni Di Giorgi al 99% non si ricandiderà per sua scelta e la maggioranza cerca il suo successore, un nome che possa mettere d’accordo tutti e che possa riunire quel centrodestra disperso dopo la scissione del PdL.

Come sempre in questi casi, circolano famigerati sondaggi segreti che questa o quella forza politica commissionano per rilevare le preferenze degli elettori. E proprio Forza Italia sembra che abbia in mano un’indagine che dimostrerebbe che se il centrodestra si presentasse alle prossime elezioni con Vincenzo Zaccheo come candidato vincerebbe a man bassa.

Per questo il coordinatore provinciale Alessandro Calvi si era lasciato andare a dichiarazioni nemmeno troppo velate: “Forza Italia è pronta a dialogare con tutti coloro che hanno a cuore la città. Penso innanzitutto a Vincenzo Zaccheo, è un uomo che ha fatto la storia del centrodestra di Latina”. Non è difficile immaginare che, se Calvi ha detto determinate cose, c’è qualcuno dietro di lui a livello regionale e nazionale che si interroga sul futuro di Latina e su come individuare un candidato che possa evitare che il capoluogo pontino finisca in mano al centrosinistra.

Come il sondaggio di Forza Italia, anche il sondaggio di LatinaQuotidiano aveva individuato in Zaccheo il candidato preferito dagli elettori pontini.

Quando Di Giorgi aveva annunciato, un po’ a sorpresa, le sue dimissioni, il nostro giornale aveva chiesto ai lettori chi avrebbero preferito come suo successore e il 34,4% dei partecipanti aveva risposto proprio Vincenzo Zaccheo, seguito da Claudio Moscardelli con il 24,5% di preferenze.

Quindi i nostri risultati non si discostano di molto dalla reale volontà dei cittadini di Latina che, evidentemente, guardano all’ex sindaco come colui che potrebbe risollevare le sorti della città dopo un’amministrazione non proprio apprezzata.

Certo è che se Forza Italia pensa di poter vincere le elezioni con Zaccheo, dovrebbe anche sapere che con l’ex sindaco come candidato dovrebbe rivedere, e non di poco, le sue liste ed escludere alcuni personaggi non proprio “presentabili”, come si suol dire. Anche perché al momento Zaccheo non è proprio inquadrabile in uno o in un altro partito politico e non si può escludere che, nel caso in cui veramente l’ex AN volesse ripresentarsi, lo farebbe con una lista civica sulla quale confluirebbe, poi, l’appoggio dei vari partiti.

Ma nel frattempo, invece che aprire solo a parole il dialogo con Zaccheo, Forza Italia potrebbe riportare di attualità alcune delle tematiche care all’ex primo cittadino, e bloccate da questa amministrazione, come per esempio la cittadella giudiziaria oppure l’idea di spostare l’Università a Palazzo M e trasferire la sede della Guardia di Finanza all’Icos, ora abbandonato. O ancora la costruzione di un sito ospedaliero provinciale che potesse raccogliere anche i pazienti dei comuni limitrofi della provincia romana oppure, cosa su cui sembra che qualcosa si stia muovendo, la portualità.

Così facendo i forzisti, almeno in questo ultimo scampolo di amministrazione, potrebbero spianare la strada per una progettualità diversa della città di Latina.

CORRELATI

spot_img
spot_img