lunedì 22 Aprile 2024
spot_img

Il restauro del carcere di Santo Stefano entra nel vivo. Costa: “Pronti a presentare cronoprogramma”

Fissata la riunione del il Tavolo istituzionale permanente del contratto istituzionale di sviluppo Santo Stefano –Ventotene.

Presieduto dal commissario straordinario del Governo, Silvia Costa, l’incontro è previsto per domani 4 giugno alle 10.

L’obiettivo, dopo anni di stallo, è assicurare il necessario coordinamento, anche operativo, tra le amministrazioni statali istituzionalmente coinvolte e dare un significativo impulso agli interventi di restauro e valorizzazione dell’ex carcere borbonico dell’isola di Santo Stefano.

“Sono molto onorata e consapevole della rilevanza e della complessità dell’incarico affidatomi dal Governo – spiega  Commissario Silvia Costa – che intendo assolvere cercando di recuperare gli anni trascorsi con lo spirito di massima collegialità ed attivandomi perchè vengano salvaguardate, oltre la data del dicembre 2021, le risorse economiche stanziate, dando finalmente il via ai lavori di messa in sicurezza del carcere. In questo importante lavoro, mi affiancherà il dott. Giampiero Marchesi, come Responsabile Unico del Contratto, un dirigente che vanta una grande esperienza e competenza nel recupero di siti culturali”.

Uno dei simboli dell’Europa, un sito di altissimo pregio che porta le tracce e la storia che ha reso grande il nostro Paese è stato completamente abbandonato.

70milioni di euro che dovevano cambiare le sorti del carcere di Santo Stefano sono rimasti vincolati in una sorta di limbo burocratico.

La nomina di Silvia Costa, ex parlamentare europeo del Partito democratico, a commissario straordinario del Governo per il recupero dell’ex carcere borbonico era arrivata a gennaio di quest’anno.

“Conto – conclude la Costa – sull’attiva collaborazione ed il contributo di tutte le Amministrazioni presenti al Tavolo, in primis il comune di Ventotene e la Regione Lazio per condividere il piano operativo ed il crono programma che presenteremo il 4 giugno. Voglio esprimere la mia soddisfazione per l’accordo raggiunto tra Mibact ed Invitalia che consente di entrare nel vivo del progetto”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img