Basta scrivere palazzi in vendita in provincia di Latina ed ecco che il primo annuncio, corredato dalla scritta “nuovo” che campeggia sul sito “immobiliare.it” è quello che concerne il palazzo dell’Intendenza di Finanza in piazza del Popolo a Latina.

Uno degli edifici storici che fa da cornice alla piazza e, si legge, nell’annuncio “contornato da edifici di interesse storico culturali quali, il Palazzo Comunale, la Torre Civica ed il Palazzo M. L’immobile è stato costruito nel decennio dal 1930 al 1940 su tre livelli e una splendida terrazza a copertura dei tre livelli affaccia su piazza del Popolo”.

L’immobile è attualmente locato all’ Intendenza di finanza, con scadenza contratto a dicembre del 2022.

Costo per l’acquisto è 6milioni e 600mila euro. Mentre la società venditrice è la InvestiRE SGR, società privata parte del gruppo Banca Finnat Euramerica S.p.A. Si tratta di un immobile vincolato, il che significa che non potrà avere una destinazione urbanistica diversa da quella attuale.

Come per quanto accaduto per la Banca d’Italia si tratta di uno dei riferimenti della storia e delle radici da cui e su cui Latina è nata e cresciuta.

Il suo acquisto da parte del Comune di latina potrebbe garantire la messa a disposizione dell’edificio per creare nel centro della città, svuotato da anni di spostamenti di uffici e decentralizzazione, di essere ripopolato magari attraverso il suo inserimento nel progetto di una città universitaria aperta verso l’esterno, in termini di attrattività per giovani e studenti, ma capace di investire al suo interno per creare centri di ricerca e studio che possano dare a Latina quella identità e caratterizzazione che attende da tempo.

Il tutto, ovviamente, si deve conciliare con la capacità del Comune, e questo al di là di chi lo governa, di fare due calcoli per trovare le somme necessarie a procedere.

Una nuova sfida su cui si misurerà la capacità di progettare, programmare ed investire sul futuro della seconda città del Lazio da qui ai prossimi decenni.