Home Cultura Il Key, la sfida al cielo e la grande incompiuta

Il Key, la sfida al cielo e la grande incompiuta

0
Palazzo Key

Doveva essere uno dei simboli della sfida al progresso, alla modernità e allo sviluppo di Latina.

Oggi è il simbolo di un’eterna incompiuta che svetta sul cuore della città, segnato da anni di corsi e ricorsi nelle aule dei tribunali.

L’opera maestosa, per quei tempi, venne costruita, su progetto dell’architetto D’Erme, a metà degli anni Sessanta e doveva essere adibito all’esposizione di mobili oltre che ad ospitare uffici.

Fino agli anni ottanta, l’edificio, composto di tredici piani, era figlio di un nuovo concetto di architettura e design.

Nel tempo ci sono stati smantellamenti e progetti di messa in sicurezza ma l’biettivo di rendere nuovamente frubile il palazzo resta ancora un miraggio.

Eppure dal 1981 il Key giace avvolto dal silenzio, segnato da spazi vuoti, che nell’immaginario collettivo continuano comunque ad alimentare la memoria di una città che aveva una visione di sviluppo e che non intendeva perdere la sfida con il futuro che passava per la crescita e l’espansione urbanistica e la caratterizzazione dei grandi centri proprio tramite costruzioni imponenti ed innovative.

Exit mobile version