venerdì 29 Settembre 2023

Il Comune di Latina nel mirino della Procura, il PD: Di Giorgi ha amministrato in modo poco chiaro

di Redazione – La nuova inchiesta che si è abbattuta sul Comune di Latina non poteva non sollevare l’indignazione dell’opposizione che parla di “ennesima tegola dalla Procura”. L’inchiesta sulla piscina si va ad aggiungere a quelle già aperte che riguardano lo stadio, la variante di Borgo Piave – per la quale è indagata parte della giunta – e il verde pubblico, queste, commentano Cozzolino e Quattrola “testimoniano il metodo poco chiaro in cui ha sempre agito l’amministrazione Di Giorgi”.

“Questa amministrazione guidata da Di Giorgi ha sempre operato in maniera poco trasparente – incalzano il capogruppo e il segretario del PD -. Ancora nessuna risposta definitiva è stata data dalla magistratura ma le numerose inchieste che hanno colpito e che continuano a colpire l’operato dell’amministrazione di Latina testimoniano un modo di operare poco chiaro basato su affidamenti diretti e interessi soggettivi. Ormai non stiamo più commentando una singola vicenda ma con questa ultima indagine della procura sulla manutenzione della piscina arriviamo all’ennesimo episodio di affidamento effettuato destando sospetti. Questo è stato il modo di operare da Di Giorgi e company in questi tre anni e mezzo. Per questo chiediamo la conferma delle dimissioni e di andare subito al voto”.

“Da tempo chiediamo invano i documenti per chiarire la situazione che interessa la piscina comunale di Latina senza aver avuto mai una risposta esauriente – ricorda Cozzolino -. Adesso è arrivata l’indagine della Procura che vuol far chiarezza su alcuni lavori effettuati da una ditta di Latina attraverso affidamenti diretti e senza effettuare bandi o gare d’appalto. La stampa parla di circa un milione di euro, spezzettato in circa settanta determine, dati in affidamento diretto ad un’unica ditta. Dopo le indagini che stanno interessando il verde pubblico, lo stadio, la variante di borgo Piave arriva questa ennesima indagine che testimonia come quella degli affidamenti diretti alle imprese “vicine” agli assessori scelti da Di Giorgi sia stato un modo di operare voluto e consapevole. Il Partito Democratico ha sempre denunciato l’atteggiamento della maggioranza e per questo motivo da tempo chiede con forza le dimissioni per poter dare una nuova opportunità di governo alla città”.

NUOVE INCHIESTE INVESTONO IL COMUNE DI LATINA, ADESSO LA PROCURA INDAGA SULLA PISCINA

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img