lunedì 26 Settembre 2022

Ieri l’autopsia su nonno Salvatore, morto a Borgo Hermada il giorno dopo la seconda dose del vaccino Pfizer

Si attendeva l’autopsia sul corpo di Salvatore Visciglia, il 74enne di Borgo
Hermada morto domenica mattina il giorno dopo essere stato sottoposto alla seconda dose del vaccino Pfizer.

L’esame avrebbe dovuto cercare di capire se ci sia uno correlazione tra le cose. Così non è stato, o almeno, l’esame generale a cui il corpo è stato sottoposto non ha potuto appurarlo.

Il medico legale, Maria Cristina Setacci, come riportano i colleghi di Latina Oggi, che ha svolto l’esame assieme all’anatomopatologo Alessandro Mauriello, di Tor Vergata, non ha fugato i dubbi.

Adesso è necessario aspettare almeno 90 giorni, ovvero il tempo necessario per analizzare i campioni prelevati dalla salma.

A chiedere l’intervento delle autorità per fare luce sulla morte dell’uomo erano stati i familiari, insospettiti dalla vicinanza tra l’iniezione anti covid e la perdita del loro caro. Per questo avevano presentato un esposto ai carabinieri.

Lidano Orlandi
Lidano Orlandi, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università LUMSSA di Roma. Giornalista professionista del 2008 con esperienze in giornali locali come La Provincia Quotidiano e Latina Oggi. Esperto di comunicazioni da e per le amministrazioni pubbliche.

CORRELATI

spot_img
spot_img