domenica 25 Settembre 2022

I grandi che visitarono Latina

La bonifica, e la costruzione dal nulla di una nuova città fa di Littoria la meta, nei mesi successi all’inaugurazione di Littoria, di politici e tecnici, interessati e pronti ad esaminare la nuova situazione creata dal Fascismo.

L’opera di bonifica, infatti, aveva creato posti di lavoro e la situazione economica era effettivamente florida e orientata verso un aumento del benessere di chi ci viveva.

Interessati da tanto benessere e curiosi di indagare questa nuova realtà, vennero a tastare con mano personaggi come: il re Vittorio Emanuele III, Umberto di Savoia, nel 1933 giunse nella Città Nuova la delegazione argentina e il cancelliere federale austriaco von Papen.

Maksim Litvinov, esperto diplomatico sovietico, membro del comitato centrale del partito comunista e commissario del popolo per gli affari esteri dell’Urss.

Nello stesso anno a Littoria arrivò Joseph Goebbels Ministro della Propaganda del Reich, uomo di fiducia di Hitler. Nel 1936 a Littoria arriva il primo ministro ungherese Goemboes e l’anno seguente arrivò Thaon De Revel e la famiglia reale del Siam affiancata da una commissione scientifica.

Una sfilata di grandi personalità dell’epoca sicuramente affascinate da quanto era avvenuto e stava avvenendo in questa parte del mondo. Non dimentichiamo che la grande crisi del 1929 non era poi così lontana, anzi. Per cui quanto stava succedendo nella pianura pontina, resa florida ed economicamente interessante, stuzzicava la curiosità di chi ancora pagava lo scotto della crisi.

CORRELATI

spot_img
spot_img